Incentivi alle imprese per la produzione di mascherine e dispositivi di protezione individuale

#CuraItalia Incentivi è la misura che sostiene la produzione e la fornitura di dispositivi medici e di dispositivi di protezione individuale (DPI) per il contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

La misura è gestita da Invitalia e ha dotazione finanziaria a favore delle imprese di 50 milioni di euro.

A CHI SI RIVOLGE

Gli incentivi si rivolgono a tutte le imprese costituite in forma societaria (anche le società di persone) senza vincoli di dimensione. Sono escluse le ditte individuali e le partite IVA

COSA SI PUO’ FARE

Ampliare e/o riconvertire l’attività finalizzandola alla produzione di dispositivi medici e/o di dispositivi di protezione individuale.

La dimensione del progetto di investimento può variare da 200mila euro a 2 milioni di euro

LE AGEVOLAZIONI

Previsto un mutuo agevolato a tasso zero a copertura del 75% del programma di spesarimborsabile in 7 anni. Gli incentivi saranno erogati sull’investimento e il capitale circolante.

La massima agevolazione conseguibile (in termini di ESL) è 800mila euro

Sono agevolabili anche le spese sostenute prima della presentazione della domanda, ma dopo la pubblicazione del DL CURA ITALIA (17 marzo 2020).

PREMIALITA’

Il mutuo agevolato può trasformarsi in fondo perduto in funzione della velocità di intervento:

  • 100% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 15 giorni
  • 50% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 30 giorni
  • 25% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 60 giorni

VANTAGGI

Procedura light e adempimenti ridotti per i proponenti: richiesta una perizia tecnica asseverata

Previsto un anticipo del 60% della spesa senza garanzie al momento dell’accettazione del provvedimento di ammissione alle agevolazioni. Il saldo arriverà a conclusione degli investimenti

Iter di valutazione semplificato in 5 giorni

PRESENTA LA DOMANDA

La domanda può essere inviata esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia, a partire dalle ore 12 del 26 marzo 2020. E’ indispensabile disporre della firma digitale

Invitalia valuterà le domande in base all’ordine cronologico di arrivo, fino ad esaurimento dei fondi.

Per maggiori informazioni ed assistenza:

finanziamenti@promofirenze.it

Michele Trizza, 055 2671626

Duccio Negroni, 055 2671617

DL n.18 del 17/03/2020 c.d. “#CuraItalia”

Approvato il Decreto Legge Covid-TER che prevede interventi per 25 miliardi di euro per imprese, lavoratori, famiglie, enti etc.

 

Di seguito le misure principali

Sostegno finanziario alle piccole e medie imprese (Art. 56)

Affidamenti bancari rinnovati sino al 30/09/2020, senza possibilità di revoca. Sospese sino al 30/09 le rate di mutui ed i canoni di leasing delle PMI danneggiate dal Coronavirus in scadenza prima di tale data.

Incentivi per la produzione e la fornitura di dispositivi medici (Art. 5)

Previsti contributi a fondo perduto e in conto gestione, nonché finanziamenti agevolati, alle imprese di produzione e fornitura di dispositivi medici e di protezione individuale. I finanziamenti, attuati tramite Invitalia, possono essere erogati anche alle aziende che rendono disponibili i dispositivi.

Produzione di mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione individuale (Art. 15)

Per la gestione dell’emergenza COVID-19, e fino al termine dello stato di emergenza le imprese possono produrre, importare e mettere in commercio mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione individuale in deroga alle vigenti norme, previa autocertificazione da inviare all’Istituto Superiore di Sanità.

Per il 2020 assegnato 1,5 miliardi di € al Fondo Centrale di garanzia (Art. 49)

Per la durata di 9 mesi dall’entrata in vigore del decreto la garanzia concessa alle PMI dal Fondo centrale di garanzia è a titolo gratuito; l’importo massimo garantito per singola impresa è elevato a 5 milioni di euro; sino massimo all’80 % elevabile al 90%. Nell’articolo altri interventi.

Credito d’imposta per le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro (Art. 64)

Riconosciuto, per il periodo d’imposta 2020, un credito d’imposta nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro fino ad un massimo di 20.000 euro. Con prossimo decreto del MISE le disposizioni applicative.

Credito d’imposta per botteghe e negozi (Art. 65)

Credito d’imposta nella misura del 60 per cento dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1.

Supporto alla liquidità delle imprese (Art. 57)

Garanzia dello stato sulle esposizioni assunte da Cassa Depositi e Prestiti in favore delle imprese, appartenenti a settori che saranno individuati con decreto MEF, che hanno sofferto una riduzione del fatturato a causa dell’emergenza “Coronavirus”

Sospensione e rinvio di alcuni adempimenti fiscali, contributivi e tributari (Artt. 60, 61, 62)

Sospesi sino al 20 marzo per tutti i contribuenti gli adempimenti fiscali e contributivi in scadenza oggi 16 marzo. Fanno eccezione, imprese, autonomi e professionisti che hanno ricavi inferiori i 2 milioni di ricavi, enti, onlus e soggetti di taluni settori, per i quali lo slittamento è al 31 maggio, con pagamento in unica soluzione o comunque rateizzabile in 5 rate.  Rinviati al 30 giugno anche tutti gli adempimenti tributari, diversi dai versamenti e diversi dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, che ricadono dall’8 marzo al 31 maggio 2020. È il caso, ad esempio, della dichiarazione annuale Iva. Restano esclusi dal rinvio le comunicazioni dei dati relativi al 730 precompilato come quelle degli oneri detraibili in scadenza il 31 marzo.             Chiarimento Agenzia Entrate

Congedi parentali (Art. 23)

Congedi “speciali” per i genitori che hanno figli con meno di 12 anni con indennità al 50% della retribuzione. In alternativa è previsto un voucher baby-sitter.

Licenziamenti (Art. 46)

Nessun licenziamento per i prossimi due mesi.

Cassa integrazione (Artt. 19, 20, 21, 22)

Nuovo trattamento per la cassa di integrazione ordinario e cassa integrazione in deroga per tutti i lavoratori di imprese, anche quelle “micro” fino a 5 dipendenti, incluso il settore agricolo: il sussidio assicurerà fino a nove settimane di integrazione salariale.

Permessi 104 (Art. 24)

Per marzo ed aprile previsti fino 12 giorni complessivi in più di permesso 104.

Premio dipendenti per lavoro in sede (Art. 63)

Premio di 100 euro per il mese di marzo 2020 ai lavoratori dipendenti, pubblici e privati, che abbiano continuato a lavorare nella sede di lavoro. Il premio, rapportato ai giorni di presenza in sede, spetta a chi guadagna non più di 40mila euro l’anno ed è esentasse.

Indennità autonomi (Artt. 27, 28, 29, 30, 31, 38)

Indennità una tantum di 600 € a professionisti, cococo, lav. Agricoli, dello spettacolo, dei settori turistico e termale. L’indennità è erogata dall’INPS, previa domanda.     Chiarimento INPS

Proroga termini (Artt. 32, 33)

Prorogati i termini di presentazione per la domanda di NASPI DISCOLL e disoccupazione agricola.

Trattamento economico quarantena (Art. 26)

Il periodo trascorso in quarantena è equiparato a malattia ai fini del trattamento economico

Lavoro agile per lavoratori diversamente abili (Art. 39)

Fino al 30 aprile 2020, i lavoratori dipendenti disabili o che abbiano nel proprio nucleo familiare una persona con disabilità hanno diritto a svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile a condizione che tale modalità sia compatibile con le caratteristiche della prestazione.

Contributi alle imprese per la sicurezza e potenziamento dei presidi sanitari (Art. 43)

Per sostenere la continuità, in sicurezza, dei processi produttivi delle imprese 50 milioni di € ad Invitalia da erogare alle imprese per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale.

Istituzione del Fondo per il reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori danneggiati dal virus (Art. 44)

Per sostenere il reddito dei lavoratori dipendenti e autonomi che in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID 19 hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro è istituito, il “Fondo per il reddito di ultima istanza” volto a garantire il riconoscimento a loro favore di una indennità. Entro 30 gg. Le modalità applicative.

Sospensione dei termini di rimborso per il fondo 394/81 – SIMEST (Art. 58)

Possibile una sospensione sino a 12 mesi del pagamento delle quote capitale ed interessi fino al 31 dicembre 2020, per i finanziamenti agevolati per le operazioni di inserimento nei mercati extra UE condotte con SIMEST

Proroga versamenti nel settore dei giochi (Art. 69)

Rimandato al 29 maggio 2020 il termine per il versamento del prelievo erariale unico sugli apparecchi di gioco. I versamenti possono essere rateizzati: la prima rata è versata entro il 29 maggio e le successive entro l’ultimo giorno del mese; l’ultima rata è versata entro il 18 dicembre 2020. Sospesi i versamenti per le sale bingo.

Misure per l’internazionalizzazione del sistema Paese (Art. 72)

Istituito il Fondo per la promozione integrata: 150 milioni di € nel 2020 per sostenere le esportazioni italiane e l’internazionalizzazione delle imprese, anche attraverso la concessione di contributi a fondo perduto per il cofinanziamento dei progetti di internazionalizzazione condotti con SIMEST.

Misure in favore del settore agricolo e della pesca (Art. 78)

Elevate dal 50 al 70% le anticipazioni sui regimi di sostegno  previsti dalla politica agricola comune (PAC)

Istituito un fondo di 100 milioni di € per il 2020 per la copertura totale degli interessi passivi su finanziamenti bancari destinati al capitale circolante e alla ristrutturazione dei debiti, per la copertura dei costi sostenuti per interessi maturati negli ultimi due anni su mutui contratti dalle medesime imprese, nonché per l’arresto temporaneo dell’attività di pesca.

Attuazione con uno o più decreti del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Incremento della dotazione dei contratti di sviluppo (Art. 80)

Per la concessione delle agevolazioni per i Contratti di Sviluppo, è autorizzata la spesa di ulteriori 400 milioni di euro per l’anno 2020.

Rinvio di scadenze adempimenti relativi a comunicazioni sui rifiuti (Art. 113)

Prorogati al 30 giugno 2020 i seguenti termini di presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale (MUD), il versamento del diritto annuale di iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali e talune comunicazioni in materia RAEE, raccolta ed al riciclaggio dei rifiuti di pile e accumulatori.

Istituiti due fondi per lo spettacolo, il cinema e l’audiovisivo (Art. 89)

Per sostenere i settori dello spettacolo, del cinema e dell’audiovisivo sono istituiti due Fondi, con una dotazione complessiva di 130 milioni di euro per l’anno 2020, di cui 80 milioni di euro per la parte corrente e 50 milioni di euro per gli interventi in conto capitale. Entro 60 gg. Le modalità di assegnazione agli operatori.

Sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi ed effetti degli atti amministrativi in scadenza (Art. 103)

Sospensione fino al 15 aprile 2020 dei termini nei procedimenti amministrativi.

I certificati e le autorizzazioni (ad es. DURC, autorizzazioni Albo Gestori Ambientali) in scadenza tra il 31 gennaio 2020 ed il 15 aprile 2020 conoservano la validità fino al 30 giugno 2020.