AGEVOLAZIONI E CONTRIBUTI: PUBBLICATO IL BANDO VOUCHER DIGITALI 2022, DOMANDE DAL 18 MAGGIO

La Camera di Commercio di Firenze ha pubblicato il disciplinare del prossimo bando Voucher Digitali I4.0, le cui domande possono essere presentate a partire dalle ore 10:00 del 18.05.2022  fino alle ore 17:00 del 31.05.2021 (salvo eventuale chiusura per esaurimento delle risorse disponibili).
Soggetti beneficiari
Possono beneficiare delle agevolazioni le piccole e medie imprese come definite dall’Allegato 1 al Regolamento n. 651/2014/UE della Commissione Europea, aventi sede legale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze, e in regola con il pagamento del diritto annuale. Non possono presentare domanda le imprese a cui sono stati già erogati contributi a valere sul “Disciplinare voucher digitali I4.0 – annualità 2020 e/o 2021” della Camera di Commercio di Firenze.
 
Risorse disponibili e finalità del disciplinare
Le risorse a disposizione ammontano a euro 633.300,00 e sono riservate alle singole imprese di tutti i settori, quale sostegno economico finalizzato alle iniziative di digitalizzazione Impresa 4.0 anche orientate alla sostenibilità ambientale. Nello specifico, le risorse sono destinate all’acquisizione di servizi di consulenza e formazione e all’acquisto di beni e servizi strumentali. Ciascuna impresa può presentare una sola richiesta.
 
Valore del voucher
Fino a euro 6.000 nella misura del 50% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute, oltre la premialità di cui all’art. 4 del disciplinare, relativo al rating di legalità.
L’investimento minimo richiesto è di euro 3.000.
 
Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese per:
  1. servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2, comma 2 del Disciplinare.
  2. acquisto di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti di cui all’articolo 2, comma 2 del Disciplinare.
Tali spese devono essere riferite agli ambiti tecnologici di innovazione digitale Impresa 4.0 e dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’elenco 2, e nello specifico:
 
Elenco 1: utilizzo delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:
  1. robotica avanzata e collaborativa;
  2. interfaccia uomo-macchina;
  3. manifattura additiva e stampa 3D;
  4. prototipazione rapida;
  5. internet delle cose e delle macchine;
  6. cloud, High Performance Computing – HPC,  fog e quantum computing;
  7. soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing etc);
  8. big data e analytics;
  9. intelligenza artificiale;
  10. blockchain;
  11. soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  12. simulazione e sistemi cyberfisici;
  13. integrazione verticale e orizzontale;
  14. soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  15. soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:
  1. sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  2. sistemi fintech;
  3. sistemi EDI, electronic data interchange;
  4. geolocalizzazione;
  5. tecnologie per l’in-store customer experience;
  6. system integration applicata all’automazione dei processi;
  7. tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  8. programmi di digital marketing;
  9. soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;
  10. connettività a Banda Ultralarga;
  11. sistemi di e-commerce;
  12. soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.
L’investimento relativo all’utilizzo delle tecnologie digitali di cui al precedente Elenco 2 non può in alcun caso superare il 50% del costo totale del progetto. Ovvero almeno il 50% del costo totale di spesa deve essere direttamente imputabile alle tecnologie previste nell’Elenco 1.
 
Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2022 fino al 90° giorno successivo alla data di approvazione della graduatoria delle domande ammesse a contributo.
 
Per quanto riguarda i requisiti dei fornitori di cui l’impresa dovrà avvalersi per i servizi di consulenza e formazione, si invita a leggere attentamente la “scheda” del disciplinare. Per quanto riguarda i fornitori di beni strumentali non sono previsti particolari requisiti.
 
Modalità d’invio delle domande
Le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov (link: https://www.registroimprese.it). Le istruzioni per il deposito telematico saranno pubblicate a breve sulla sezione dedicata del sito della Camera di Commercio di Firenze, disponibile cliccando qui
>>> Scarica il disciplinare del bando cliccando qui
>>> Scarica la modulistica del bando cliccando qui
Per ulteriuori informazioni, contatta Promofirenze:
Michele Trizza, 0552671626, michele.trizza@promofirenze.it
Pierpaolo Chelo, 0552671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

Agevolazioni e Finanziamenti: contributo CCIAA Firenze per l’Internazionalizzazione, domande dal 21 marzo

La Camera di Commercio di Firenze promuove, per l’anno 2022, una misura di intervento a sostegno dei processi di internazionalizzazione delle MPMI della Città Metropolitana. La domanda, completa della documentazione richiesta, potrà essere inviata dal 21 marzo 2022 al 31 dicembre 2022, salvo esaurimento dei fondi stanziati.

Sono finanziabili i seguenti ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale:
  1. Percorsi di rafforzamento della presenza all’estero
  2. Sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero
Sono ammesse a contributo le seguenti spese, al netto dell’IVA, fatturate e pagate a partire dal 1° gennaio 2022 per:
  1. spese per la locazione degli spazi espositivi, compresa anche la quota di iscrizione, per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali, inserite nel Calendario 2022 delle Manifestazioni Fieristiche Internazionali svolte in Italia pubblicato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome; 
  2. spese per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali svolte all’estero (sia in Paesi UE, sia extra UE): realizzazione di spazi espositivi (virtuali o, laddove  possibili, fisici, compreso il noleggio e l’eventuale allestimento, nonce l’interpretariato e il srvizio di hostess), comprendendo anche la quota di partecipazione/iscrizione  e le spese per l’eventuale trasporto dei prodotti (compresa l’assicurazione);
  3. spese per campagne di marketing digitale in lingua straniera o di vetrine digitali in lingua straniera (si precisa che per vetrina digitale non si intendono i siti internet aziendali);
  1. spese per lo sviluppo di canali di promozione e sviluppo all’estero (a partire da quelli innovativi basati su tecnologie digitali), quali ad esempio: la realizzazione di “virtual matchmaking”, ovvero lo sviluppo di percorsi (individuali o collettivi) di incontri d’affari e B2B virtuali tra buyer internazionali e operatori nazionali, anche in preparazione a un’eventuale attività incoming e outgoing futura, partecipazione a market place, ecc.;
  1. spese per l’ottenimento o il rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie per l’esportazione in paesi stranieri;
  1. spese per la protezione del marchio all’estero;
  2. spese per traduzione dei contenuti del sito in lingua straniera (si precisa che tale tipologia di spesa è ammissibile solo se riportata con voce separata in fattura);
  1. spese per realizzazione cataloghi/brochure/presentazioni aziendali in lingua straniera.
    Ammontare del contributo:
    Il contributo camerale sarà pari al 50% delle spese ammissibili, con un minimo di spesa di euro 500,00 (esclusa Iva) e con i seguenti massimali di contributo:
    1. € 1.000,00 per ciascuna impresa richiedente, per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali inserire nel Calendario 2022 delle Manifestazioni Fieristiche Internazionali svolte in Italia e per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali svolte all’estero (art. 6 comma 1, lettere a) e b) del presente disciplinare);
    2. 1.500,00 per tutte le altre tipologie di spesa ammissibili.
    >>> Per maggiori dettagli sulla misura clicca qui
    >>> Per scaricare il disciplinare della misura clicca qui
    >>> Per scaricare la modulistica della misura clicca qui
    Per maggiori informazioni, contatta Promofirenze:
    Michele Trizza, 055 2671626, michele.trizza@promofirenze.it
    Pierpaolo Chelo, 055 2671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

    Le agevolazioni per le imprese della CCIAA di Firenze

    Online le agevolazioni per le imprese previste dalla Camera di Commercio di Firenze:

    Disciplinare per l’erogazione di Voucher Digitali I4.0 – MISURA B – Anno 2020

    domande a partire dal 16 luglio 2020 al 31 luglio 2020 – salvo esaurimento risorse

    Disciplinare per l’erogazione di contributi a fondo perduto per la ripartenza in sicurezza

    domande a partire dal 21 luglio 2020 al 31 dicembre 2020 – salvo esaurimento risorse

    Disciplinare a favore delle PMI della città metropolitana di Firenze per la partecipazione a Mostre e Fiere di settore – anno 2020 

    domande a partire dal 16 marzo 2020 e fino al 31 dicembre 2020 – salvo esaurimento risorse

    Disciplinare a sostegno dell’internazionalizzazione delle MPMI della città metropolitana di Firenze – anno 2020

    domande a partire dal 28 agosto 2020 e fino al 30 novembre 2020 – salvo esaurimento risorse

    Disciplinare a sostegno delle imprese cooperative della città metropolitana di Firenze – anno 2020

    domande a partire dal 28 agosto 2020 e fino al 30 novembre 2020 – salvo esaurimento risorse

    Disciplinare a favore delle associazioni, dei consorzi e delle organizzazione di produttori del settore agricolo della città metropolitana di Firenze per l’organizzazione e/o promozione di iniziative per la filiera corta – anno 2020

    domande a partire dal 28 agosto 2020 e fino al 31 dicembre 2020

    Contatti

    Telefono: 055.23.92.139
    Email: promozione@fi.camcom.it

    Evento in diretta streaming “L’Europa siamo noi: incentivi e strumenti per il rilancio post Covid”

    Venerdì 24 luglio 2020 ore 10,30

    L’uscita dall’emergenza sanitaria si innesta in una progressiva ripresa della normalità che non è un semplice ritorno al passato. Sostenibilità e responsabilità, insieme a innovazione e nuovi mercati, sono le chiavi per il rilancio di un’economia sempre più centrata su persone e ambiente.

    Quali sono gli incentivi e gli strumenti a disposizione delle PMI?

    L’incontro è dedicato a queste tematiche, in particolare alle ultime opportunità rese disponibili alle PMI da UE, Stato e Regione Toscana, ed è organizzato dalla rete Enterprise Europe Network (EEN), co-finanziata dalla Commissione europea per affiancare le imprese nell’accesso ai finanziamenti, ai nuovi mercati e ai partenariati internazionali. In questo contesto viene presentato anche il protocollo sottoscritto dai membri della rete EEN con la Regione Toscana per offrire a ogni impresa la “porta d’ingresso” più adatta alle proprie esigenze per accedere a incentivi e strumenti per sostenere innovazione, ricerca e internazionalizzazione.

    Clicca qui per accedere al webinar:

    https://us02web.zoom.us/j/87099645431?pwd=WkREdHdmSUpQM2FhMHRrNnI4cGVMZz09

    ID riunione: 870 9964 5431 – Password: 036769

    PROGRAMMA

    Introduzione e coordinamento:
    Lucio Scognamiglio, Direttore Eurosportello Confesercenti

    • La programmazione 2021-2027 in Toscana: Angelita Luciani, Autorità di Gestione POR FESR
    • Le misure regionali per lo sviluppo delle PMI: Elisa Nannicini, Dirigente Regione Toscana
    • Gli interventi regionali per uscire dalla crisi: Albino Caporale, Direttore AA. PP. Regione Toscana
    • Gli interventi di rilancio per l’economia del territorio: Mario Casabianca, Direttore Vicario di PromoFirenze
    • La rete EEN, strumenti e opportunità: Gabriele Baccetti, Direttore Confindustria Toscana
    • Le novità del Piano Transizione 4.0: Valter Bandoni, MISE

    Innovazione, Ricerca e Attività Produttive: un bilancio dei cinque anni di legislatura

    Monica Barni, Vice Presidente Regione Toscana
    Stefano Ciuoffo, Assessore Attività Produttive Regione Toscana

    L’ordine degli interventi dei relatori potranno subire variazioni in relazione allo stato della connessione a alle loro disponibilità

    CCIAA di Firenze: contributi a fondo perduto a sostegno della ripartenza in sicurezza

    La Camera di Commercio di Firenze ha pubblicato un bando per spese in attrezzature, impianti, consulenze e formazione destinati alla ripartenza in sicurezza sui luoghi di lavoro.

    Contributi a fondo perduto del 40% fino ad un massimo di € 2.000.

    Domande a partire dal 21 luglio 2020.

     

    Per maggiori informazioni:

    finanziamenti@promofirenze.it

    Michele Trizza, 055 2671626

    Duccio Negroni, 055 2671617