Contatti

Tel. 055.23.92.165 (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30)

e-mail emergenzaeconomica@fi.camcom.it

Per facilitare l’accesso alle agevolazioni in favore dell’economia decise dalle istituzioni, la Camera di Commercio di Firenze e la sua azienda speciale PromoFirenze, tramite una task force appositamente costituita, stanno mappando tutti gli strumenti di sostegno, nazionali regionali e locali a disposizione delle imprese, così da renderli facilmente utilizzabili.

La task force si occupa anche dell’ascolto e della raccolta dei bisogni immediati e delle proposte delle imprese, per trasformarle in istanze da presentare alle istituzioni governative.

Per raccogliere dalle imprese informazioni e previsioni sugli effetti del Covid-19, e soprattutto per conoscere le loro esigenze e le loro proposte, è stato predisposto un breve questionario on line (7 domande, bastano due minuti per compilarlo).

Vai al questionario

PROVVEDIMENTI DISPONIBILI

(consulta anche la sezione relativa alle altre agevolazioni)

DL n.18 del 17/03/2020 c.d. “#CuraItalia”

Approvato il Decreto Legge Covid-TER che prevede interventi per 25 miliardi di euro per imprese, lavoratori, famiglie, enti etc.

sintesi     testo integrale

Di seguito le misure principali

Sostegno finanziario alle piccole e medie imprese

Affidamenti bancari rinnovati sino al 30/09/2020, senza possibilità di revoca. Sospese sino al 30/09 le rate di mutui ed i canoni di leasing delle PMI danneggiate dal Coronavirus in scadenza prima di tale data.

Potenziamento del Fondo Centrale di Garanzia

Garanzia gratuita del Fondo Centrale di Garanzia sui finanziamenti contratti nei nove mesi a partire dalla data di entrata in vigore del decreto, con copertura fino al 90% del finanziamento contratto.

Incentivi per la produzione e la fornitura di dispositivi medici

Previsti contributi a fondo perduto e in conto gestione, nonché finanziamenti agevolati, alle imprese produttrici di tali dispositivi medici e di protezione individuale. I finanziamenti, attuati tramite Invitalia, possono essere erogati anche alle aziende che rendono disponibili i dispositivi.

Produzione di mascherine chirurgiche

Per la gestione dell’emergenza COVID-19, e fino al termine dello stato di emergenza le imprese possono produrre mascherine chirurgiche in deroga alle vigenti norme, previa autocertificazione da inviare all’Istituto Superiore di Sanità.

Per il 2020 assegnato un miliardo di € al Fondo Centrale di garanzia

Per la durata di 9 mesi dall’entrata in vigore del decreto la garanzia concessa alle PMI dal Fondo centrale di garanzia è a titolo gratuito; l’importo massimo garantito per singola impresa è elevato a 5 milioni di euro; sino massimo all’80 % elevabile al 90%.

Credito d’imposta per le spese di sanificazione degli ambienti di lavoro

Riconosciuto, per il periodo d’imposta 2020, un credito d’imposta nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro fino ad un massimo di 20.000 euro. Con prossimo decreto del MISE le disposizioni applicative.

Credito d’imposta per botteghe e negozi

Credito d’imposta nella misura del 60 per cento dell’ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1.

Supporto alla liquidità delle imprese

Intervento di Cassa Depositi e Prestiti in favore delle imprese che hanno sofferto una riduzione del fatturato a causa dell’emergenza “Coronavirus”

Sospensione e rinvio alcuni adempimenti fiscali, contributivi e tributari

Sospesi sino al 20 marzo per tutti i contribuenti gli adempimenti fiscali e contributivi in scadenza oggi 16 marzo. Fanno eccezione, imprese, autonomi e professionisti che hanno ricavi inferiori i 2 milioni di ricavi per i quali lo slittamento è al 31 maggio, con pagamento in unica soluzione o comunque rateizzabile in 5 rate.

Rinviati al 30 giugno anche tutti gli adempimenti tributari, diversi dai versamenti e diversi dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, che ricadono dall’8 marzo al 31 maggio 2020. È il caso, ad esempio, della dichiarazione annuale Iva. Restano esclusi dal rinvio le comunicazioni dei dati relativi al 730 precompilato come quelle degli oneri detraibili in scadenza il 31 marzo.

Congedi parentali

Congedi “speciali” per i genitori che hanno figli con meno di 12 anni con indennità al 50% della retribuzione. In alternativa è previsto un voucher baby-sitter.

Licenziamenti

Nessun licenziamento per i prossimi due mesi.

Cassa integrazione

Nuovo trattamento per la cassa di integrazione ordinaroa e cassa integrazione in deroga per tutti i lavoratori di imprese, anche quelle “micro” fino a 5 dipendenti, incluso il settore agricolo: il sussidio assicurerà fino a nove settimane di integrazione salariale.

Permessi 104

Per marzo ed aprile previsti fino 12 giorni per ciascun mese in più di permesso 104.

Premio dipendenti per lavoro in sede

Premio di 100 euro per il mese di marzo 2020 ai lavoratori dipendenti, pubblici e privati, che abbiano continuato a lavorare nella sede di lavoro. Il premio spetta a chi guadagni non più di 40mila euro l’anno ed è esentasse.

Indennità autonomi

Indennità una tantum di 500 € a professionisti, cococo, lav. agricoli e dello spettacolo.

Proroga termini

Prorogati i termini di presentazione per la domanda di NASPI DISCOLL e disoccupazione agricola.

Trattamento economico quarantena

Il periodo trascorso in quarantena è equiparato a malattia ai fini del trattamento economico.

Prorogati termini versamenti fiscali 16 marzo, nuove scadenze e sospensioni in prossimo decreto legge

I termini relativi ai versamenti previsti al 16 marzo saranno differiti con una norma nel decreto legge di prossima adozione da parte del Consiglio dei Ministri, relativo alle misure per il contenimento degli effetti dell’epidemia di Covid-19.
Il decreto legge introdurrà anche ulteriori sospensioni dei termini e misure fiscali a sostegno di imprese, professionisti e partite IVA colpite dagli effetti dell’emergenza sanitaria.

DPCM 01/03/2020 – Smart working

Con Decreto del 1° marzo 2020, il Presidente del Consiglio dei Ministri ha stabilito tra l’altro che la modalità di lavoro agile può essere applicata, per la durata dello stato di emergenza (sino al 31/07/2020), dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro subordinato, anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti.

DPCM 11/03/2020 – Misure urgenti sulla sospensione di talune attività economiche

Stabilita la chiusura di talune attività commerciali e di servizi. Raccomandazioni per lo svolgimento di altre attività di impresa.

DL n.9 del 02/03/2020

Pubblicato il Decreto Legge che prevede un ulteriore pacchetto di aiuti per fronteggiare l’emergenza Coronavirus: di seguito una sintesi dei principali (per visualizzare il testo completo clicca sul link sopra stante).

Turismo: versamenti sospesi per tutti gli alberghi

Sospensione sino al 31/05/2020 dei versamenti di ritenute fiscali Irpef e contributi previdenziali Inps per il settore turistico e alberghiero in tutta Italia.

Mutui agevolati Invitalia

I soggetti beneficiari dei mutui agevolati concessi da Invitalia a favore di imprese con sede o unità locali ubicate nei territori dei comuni individuati nell’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 1° marzo 2020, possono beneficiare della sospensione di dodici mesi del pagamento delle rate con scadenza non successiva al 31 dicembre 2020 e di un corrispondente allungamento della durata dei piani di ammortamento. 

Imprese: al Fondo per le Pmi 50 milioni in più

Arrivano risorse di emergenza per le piccole e medie imprese della zona rossa. Il Fondo centrale di garanzia per le piccole e medie imprese viene rifinanziato per 50 milioni nel 2020 per far fronte ai maggiori oneri dovuti al sostegno delle piccole imprese colpite dal virus. Questo provvedimento potrebbe essere ampliato ad altre aree con successivo Decreto.

Lavoratori: per gli autonomi fino a 500 euro il mese

Indennità mensile fino a 500 euro, fino a tre mesi, per i lavoratori autonomi colpiti dalla quarantena.

Commercio: fondo da 350 milioni per chi esporta

Previsto l’incremento di 350 milioni di euro dei fondi destinati al sostegno delle imprese esportatrici.

Rimborso titoli di viaggio e pacchetti turistici

I soggetti che hanno programmato soggiorni o viaggi con partenza o arrivo nelle aree interessate dal contagio possono esercitare il diritto di recesso. Gli organizzatori possono offrire un pacchetto sostitutivo di qualità equivalente o superiore, posson procedere al rimborso oppure possono emettere un voucher, da utilizzare entro un anno dalla sua emissione, di importo pari al rimborso spettante.

Comune di Firenze – Sospensione Cosap

Il Comune di Firenze, in aiuto delle attività economiche che in questi giorni lamentano una riduzione di lavoro per l’effetto coronavirus, decide di sospendere, a tutte le attività del territorio comunale, il pagamento della prima rata Cosap per tavolini e dehors la cui scadenza è prevista per il prossimo 16 marzo.

Con questo provvedimento tutte le attività del comune di Firenze che hanno suolo pubblico in concessione per dehors, sedie e tavolini, potranno rinviare il pagamento al 30 giugno senza nessuna penale.

Il provvedimento sarà formalizzato nel corso della prima Giunta utile.

Comune di Firenze – Mercati – Sospensione computo assenze

Il Comune di Firenze, con Ordinanza del Sindaco n.2020/00213 del 10/03/2020, ha disposto la sospensione del computo delle assenze dai mercati degli operatori commerciali maturate a decorrere dal giorno 9 marzo 2020.

 

CCIAA di Firenze – Azzeramento spese di avvio mediazione internazionale

Azzeramento dei costi di registrazione per le imprese iscritte alla CCIAA di Firenze che intendono depositare domanda di mediazione internazionale alla Florence International Mediation Chamber.

 

ABI e Associazioni impresa: aggiornate e rafforzate moratorie

Viene estesa ai prestiti al 31 gennaio 2020 la possibilità di chiedere la sospensione o l’allungamento. La moratoria è riferita ai finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese danneggiate dall’emergenza epidemiologica “COVID-19”.

La sospensione del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti può essere chiesta fino a un anno. La sospensione è applicabile ai finanziamenti a medio lungo termine, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie e alle operazioni di leasing. In questo secondo caso, la sospensione riguarda la quota capitale implicita dei canoni di leasing.

Per le operazioni di allungamento, è invece previsto che l’estensione della durata del finanziamento può arrivare fino al 100% della durata residua dell’ammortamento.

SIMEST: misure in favore delle imprese colpite dal Coronavirus

Il Comitato Agevolazioni, istituito presso SIMEST, ha deliberato alcune misure in favore delle aziende italiane beneficiarie dei Finanziamenti Agevolati per l’internazionalizzazione che sono state colpite dall’emergenza da nuovo Coronavirus. In particolare:

  • moratoria di 6 mesi relativa ai termini per la presentazione di documentazione e rendicontazione per le iniziative di internazionalizzazione verso la Cina e altri Paesi che sono state rinviate. Parallelamente, verranno posticipati di 6 mesi i periodi di pre-ammortamento e ammortamento del prestito concesso;
  • eliminazione della maggiorazione del 2% – prevista per le revoche – per la parte di rimborso del finanziamento delle spese non effettuate, nel caso di iniziative che sono state invece cancellate.

I Finanziamenti agevolati SIMEST, oggetto della decisione, sono uno strumento dedicato alle PMI che vogliono compiere i primi passi verso l’internazionalizzazione e vengono erogati a valere sul Fondo 394, gestito per conto del MAECI.

ICE annulla costi partecipazione a fiere estere

L’agenzia Ice, di concerto con il ministro degli Affari esteri, ha deciso di annullare le quote di partecipazione già fatturate dall’agenzia alle aziende, per la partecipazione alle iniziative promozionali (fiere estere, seminari, mostre autonome, workshop eccetera) con svolgimento a partire dal 1° febbraio 2020, in qualsiasi parte del mondo.

Verranno rimborsate le spese già sostenute per la partecipazione a questo tipo di iniziative per un tetto massimo pari a 6mila euro ad azienda per quelle dei settori agroalimentare e beni di consumo, e a 10mila ad azienda per quelle del comparto beni strumentali.

Sarà offerto in via gratuita un modulo espositivo allestito in tutte le manifestazioni organizzate dall’Ice (fiere, mostre autonome eccetera) che si svolgeranno nel periodo marzo 2020 – marzo 2021, in qualsiasi parte del mondo. Infine, per le altre attività quali seminari, workshop, incoming, ecc., sarà ugualmente garantita a tutte le aziende la partecipazione a titolo gratuito, limitatamente a una postazione/ammissione per singola iniziativa.

Solidarietà Digitale

È l’iniziativa del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, con supporto tecnico dell’Agenzia per l’Italia Digitale, per ridurre l’impatto sociale ed economico nelle aree soggette a restrizioni grazie a servizi e soluzioni innovativi.

Le iniziative, i servizi e le soluzioni disponibili hanno il comune obiettivo di migliorare la vita delle persone che in questo momento si vedono costrette a cambiare le loro abitudini permettendo di:

  • lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate;
  • leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet;
  • restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning, come proposto dal MIUR.

Alcuni servizi sono disponibili sui siti dei promotori. Ad altri puoi accedere gratuitamente con SPID.

Regione Toscana: avviso per i beneficiari di aiuti concessi

La Regione Toscana informa i beneficiari di aiuti concessi che è in corso di predisposizione un provvedimento per fronteggiare le difficoltà emergenti nel rispettare le scadenze degli adempimenti previsti dai bandi.
Maggiori dettagli non appena l’atto sarà adottato.

Fondo regionale di garanzia a costo zero

Per tutte le PMI toscane, anche di nuova costituzione, la Regione ha messo a disposizione un Fondo di garanzia per operazioni, tra l’altro, di consolidamento o rimodulazione dei debiti bancari e liquidità.

Artigiancredito Toscano per la microimpresa

Annunciato un finanziamento per le microimprese, tra 5mila e 25mila euro, da restituire in arco di tempo che va da 36 mesi a 60 mesi. Il finanziamento può essere impiegato per l’avvio di attività imprenditoriali, per investimenti, materiali e immateriali o per capitale circolante.

Si tratta di un dispositivo di credito che si aggiunge alla misura di garanzia gratuita prevista dalla Regione Toscana per favorire l’accesso al credito delle piccole e medie imprese, grazie alla sezione speciale regionale del fondo di garanzia per le Piccole e medie imprese.

Città Metropolitana di Firenze – Invito alla sospensione dell’imposta di soggiorno

La scelta del Sindaco Nardella di rinviare la scadenza di marzo per il versamento dell’imposta di soggiorno, sta accogliendo il favore della grande maggioranza dei Comuni della Città Metropolitana di Firenze e tra questi San Casciano, Certaldo, Bagno a Ripoli, Pelago, Pontassieve, Sesto Fiorentino, Gambassi, Montaione, Figline Incisa. Sì dall’Unione dei Comuni del Mugello e dall’Empolese Valdelsa.

Comune di Firenze: sospeso il pagamento dell’imposta di soggiorno

Rinviato a maggio il pagamento dell’imposta di soggiorno. Il via libera al provvedimento arriverà durante una riunione urgente della giunta.

Comune di Bagno a Ripoli: rimandato il versamento dell’imposta di soggiorno

Sospesa l’applicazione dell’imposta di soggiorno dal 14 marzo al 1 maggio del corrente anno a causa dell’emergenza epidemiologica da virus COVID-19. Per chiarimenti contattare l’Ufficio Tributi al numero 055 6390262.

Comune di Greve in Chianti: rimandato il versamento dell’imposta di soggiorno

Rinviati gli aumenti dell’imposta di soggiorno per sostenere le imprese del settore turistico-ricettivo, il pagamento dell’imposta sarà sospeso fino ad aprile.

### ELENCO IN CONTINUO AGGIORNAMENTO ### 

 

Contatti

Tel. 055.23.92.165 (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30)

e-mail emergenzaeconomica@fi.camcom.it