Agevolazioni Regione Toscana: dal 17 gennaio 2022 il bando ristori attività commerciali dei centri storici

 Il 17 gennaio 2022 aprirà il bando della Regione Toscana dedicato ai contributi a fondo perduto per le attività commerciali, del turismo e della ristorazione all’interno dei centri storici toscani.

I territori interessati saranno le “aree delimitate come centri storici dai Comuni toscani”,  i “Comuni termali” e i “Comuni definiti come zona rossa” che saranno elencati in un allegato del bando, mentre i Codici Ateco coinvolti saranno quelli definiti nell’allegato alla Delibera 643/2014.

Possono accedere ad un contributo di 2.500,00 euro quelle attività che hanno registrato, a causa dell’emergenza sanitaria, un calo di fatturato di almeno il 30% tra l’esercizio 2020 e l’esercizio 2019, calcolati nei periodi 1 gennaio – 31 dicembre.

Possono presentare la domanda anche coloro che hanno già percepito precedenti ristori, purché il cumulo dei contributi ottenuti non superi il differenziale di fatturato (calo del fatturato); questi soggetti saranno posizionati in fondo alla graduatoria. Sono comunque esclusi gli esercizi che hanno fatto domanda per i bandi ristori appena emanati durante lo scorso autunno (comprensori sciistici, discoteche, ecc.). 

Prima dell’assegnazione del contributo, la Regione farà una verifica con i Comuni dei territori interessati per certificare che il beneficiario sia localizzato nelle zone obiettivo del bando.

La graduatoria sarà stilata in ordine di calo percentuale del fatturato/corrispettivi registrato con ordinamento decrescente, calcolato con due decimali; avranno priorità le aziende che si sono costituite nel 2020.

Il disciplinare del bando e la relativa documentazione sono attesi in pubblicazione sul portale di Sviluppo Toscana SpA disponibile cliccando qui

 

Per ulteriori informazioni si prega di contattare Promofirenze:

Michele Trizza, 0552671626, michele.trizza@promofirenze.it

Pierpaolo Chelo, 0552671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

 

Agevolazioni Regione Toscana: il 6 dicembre 2021 riapre il bando Creazione d’Impresa giovanile e femminile

La Regione Toscana con Decreto Dirigenziale n. 19569 del 8 novembre 2021 ha approvato la riapertura del bando Creazione d’Impresa giovanile, femminile e dei destinatari di ammortizzatori sociali, chiuso per esaurimento fondi lo scorso 30 novembre.

La misura intende agevolare l’avvio di micro e piccole imprese artigiane, industriali manifatturiere, nonché del settore turistico, commerciale, cultura e terziario, attraverso lo strumento finanziario del microcredito, con l’obiettivo di consolidare lo sviluppo economico ed accrescere i livelli di occupazione giovanile, femminile e dei destinatari di ammortizzatori sociali. Il bando è cofinanziato dal Programma FESR 2014-2020, azione 3.5.1 

Possono presentare domanda:

  • le Micro e Piccole Imprese (MPI), così come definite dall’allegato 1 del  Reg. (UE)  n. 651/2014, nonché i liberi professionisti in quanto equiparati alle imprese (delibera di giunta 240/2017), che abbiano il carattere  di impresa giovanile, femminile oppure di soggetti destinatari di ammortizzatori sociali, la cui costituzione è avvenuta nel corso dei due anni precedenti la data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione;
  • persone   fisiche   intenzionate   ad   avviare,  entro sei mesi dalla data di comunicazione dell’ammissione della domanda, un’attività imprenditoriale di dimensione di micro o piccola Impresa (MPI) o un’attività di libero professionista definita giovanile, femminile oppure di destinatari di ammortizzatori sociali.

Sono comunque escluse le domande presentate da:

  • persone fisiche già socie di Srl unipersonale svolgente la medesima attività d’impre-sa per la quale si richiede l’agevolazione;
  • S.r.l. unipersonali nelle quali il socio unico è già titolare di impresa individuale svolgente la medesima attività d’impresa per la quale si richiede l’agevolazione

La domanda di agevolazione è redatta esclusivamente on line a partire dalle ore 9 del 6 dicembre 2021 fino ad esaurimento fondi, previo rilascio delle credenziali di accesso al sistema gestionale disponibile al portale http://www.toscanamuove.it
Ai fini dell’ottenimento delle credenziali di accesso è necessario accedere all’area “Registrazione” e compilare la schermata inserendo i dati anagrafici relativi al legale rappresentante e un indirizzo e mail che verrà utilizzato per l’invio delle credenziali di accesso per l’area riservata. Le   credenziali   di   accesso   ottenute   consentono   il   login   all’interno   dell’area   “Accesso Utenti Registrati” per l’inserimento della domanda di aiuto. Per la firma in modalità digitale di alcuni documenti è inoltre richiesto il possesso dei relativi dispositivi.

L’agevolazione viene concessa nella forma del microcredito a tasso zero, nella misura del 70% del costo totale ammissibile, ovvero di importo non superiore a 24.500,00 euro. La durata del finanziamento è di 7 anni (84 mesi di cui 18 di preammortamento). È previsto inoltre un preammortamento tecnico massimo di 3 mesi.
Il rimborso avviene in rate trimestrali posticipate costanti. Nella  fase del  rimborso del  finanziamento  agevolato  il beneficiario  può presentare  istanza  di differimento/rimodulazione del piano di ammortamento.

>>> Scarica il disciplinare del bando cliccando qui.

 

 

 

Per maggiori informazioni, contatta Promofirenze:

Michele Trizza, T. 055 2671626, E. michele.trizza@promofirenze.it

Pierpaolo Chelo, T. 055 2671617, E. pierpaolo.chelo@promofirenze.it 

 

Agevolazioni Regione Toscana: Bando Internazionalizzazione 2021, domande dal 17 novembre ore 12

La Regione Toscana, con il Bando Internazionalizzazione 2021 a valere sull’Azione 3.4.2 POR FESR 2014-2020, in apertura il 17 novembre dalle ore 12, intende agevolare la realizzazione di progetti di internazionalizzazione in Paesi Extra UE delle micro, piccole e medie imprese (MPMI), concedendo sovvenzioni a fondo perduto con una dotazione finanziaria pari a € 3.056.073,59, oltre ad una disponibilità residua  pari a € 787.243,78 specificando che la dotazione è ulteriormente incrementabile, con eventuali ulteriori risorse.

I destinatari della misura sono le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), o i liberi professionisti in quanto equiparati alle imprese, in forma singola o associata in RTI/ATS, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Consorzi, Società Consortili (costituiti o costituendi), localizzati in Toscana ed esercitanti un’attività identificata come primaria rientrante in uno dei seguenti Codici ATECO ISTAT 2007:

  • Settore manifatturiero e servizi:
    • SEZ. B Estrazione di minerali da cave e miniere ad esclusione del gruppo 05.1, 05.2 e della classe 08.92
    • SEZ. C Attività manifatturiere, ad esclusione del gruppo 19.1
    • SEZ. D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
    • SEZ. E Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
    • SEZ F Costruzioni
    • SEZ. H Trasporto e magazzinaggio ad esclusione dei gruppi 49.1, 49.3, 50.1, 50.3, 51.1,51.2, 53.1, e 53.2
    • SEZ. J Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione della divisione 60 e dei gruppi61.9 e 63.9
    • SEZ. M Attività professionali, scientifiche e tecniche
    • SEZ N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente al codice 82.3
    • SEZ. R Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento, limitatamente al gruppo 90.03.02
    • SEZ. S Altre attività di servizi, limitatamente alla categoria 96.01.1
  • Settore turistico:
    • SEZ I Servizi di alloggio e ristorazione, limitatamente ai codici 55.1, 55.2, 55.3, 55.9
    • SEZ N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente al codice 79
    • SEZ. R Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento, limitatamente al gruppo 93.29.20

ed in possesso dei requisiti di ammissibilità disciplinati ai paragrafi 2.1 e 2.2 del presente Bando.

Le spese per l’acquisizione di servizi all’internazionalizzazione ammissibili all’aiuto sono riconducibili alle seguenti tipologie:

  • C.1 – Partecipazione a fiere e saloni internazionali
  • C.2 – Promozione di prodotti e servizi su mercati internazionali mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero
  • C.3 – Servizi promozionali
  • C.4 – Supporto specialistico all’internazionalizzazione
  • C.5 – Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati

Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda di aiuto. Solo relativamente alle attività ricomprese nella tipologia di servizio C.1 del Catalogo“ partecipazione a fiere e saloni“, sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 23 febbraio 2020.

I progetti di investimento devono concludersi entro 8 mesi dalla concessione, vale a dire, dalla data di approvazione e pubblicazione dell’atto approvazione della graduatoria finale/concessione di Sviluppo Toscana S.p.A. sul relativo sito, salvo eventuale proroga per un massimo di 3 mesi (In ogni caso, i progetti dovranno concludersi e le relative spese dovranno essere sostenute e rendicontate entro il 31 dicembre 2022, salvo proroghe stabilite dalla Giunta regionale). I progetti si considerano conclusi quando i servizi sono stati erogati ed i relativi costi fatturati e pagati.

Il costo totale del progetto presentato a valere sul presente Bando deve essere compreso tra i valori riportati nella seguente tabella.

Tipologia di Beneficiario

Investimento minimo attivabile

Investimento massimo attivabile

Micro Impresa

€ 10.000,00

€ 150.000,00

Piccola Impresa

€ 12.500,00

Media Impresa

€ 20.000,00

Consorzio/Soc. Consortile/”Rete-soggetto”

€ 35.000,00

€ 400.000,00

RTI/”Rete-Contratto”

Somma degli importi minimi previsti per la singola impresa partner (€ 30.000 se le imprese sono tre, di microdimensione, € 40.000 se le imprese sono quattro, ecc.)

Somma dei massimali previsti per la singola impresa. (450.000 se le imprese sono tre, 600.000 se le imprese sono 4, ecc.). In ogni caso, l’investimento massimo attivabile non può essere superiore a € 1.000.000.

Gli aiuti per la realizzazione dei progetti di investimento, sono concessi nella forma di contributo in conto capitale a fondo perduto, concessi fino ad una misura massima indicata al paragrafo 3.5 del Bando in relazione alla dimensione dell’impresa richiedente.

La presentazione delle domande di aiuto a valere sul presente Bando sarà possibile a partire dalle h. 12.00 del 17/11/2021 e fino alle h. 17.00 del 02/12/2021 in modalità esclusivamente on-line, previo accesso al sistema informatico https://accessosicuro.sviluppo.toscana.it/ tramite identità digitale (CNS/CIE/SPID) e si considera presentata solo ed esclusivamente se inoltrata per via telematica sul sistema informatico di Sviluppo Toscana Spa, secondo le modalità descritte nelle “MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE” ALLEGATO 19.

>>> Collegati al link ufficiale del Bando cliccando qui

>>> Scarica le linee guida del Bando cliccando qui

>>> Scarica il disciplinare del Bando cliccando qui

>>> Scarica i criteri di selezione del Bando cliccando qui 

 

Per maggiori informazioni contatta Promofirenze:

Michele Trizza, T. 0552671626, E. michele.trizza@promofirenze.it

Pierpaolo Chelo, T. 0552671617, E. pierpaolo.chelo@promofirenze.it

 

Aiuti agli investimenti: pubblicato il bando, domande dal 24 settembre

La Regione Toscana ha pubblicato un bando a sostegno degli investimenti di micro, Pmi e liberi professionisti dei settori artigianato, manifatturiero, commercio, turismo, cultura e turismo.

Il costo totale del progetto di investimento ammissibile va da un minimo di 20.000,00 euro ad un massimo di 200.000 euro.

L’aiuto sarà concesso nella forma di contributo in conto capitale, nella misura minima  del 40%  del costo totale ammissibile sugli investimenti, fino ad un massimo dell’80%.

Le domande di agevolazione saranno presentabili a partire dalle ore 9,00 del giorno 24 settembre 2020.

Per maggiori informazioni ed assistenza:

finanziamenti@promofirenze.it

Michele Trizza, 055 2671626

Duccio Negroni, 055 2671617

Microinnovazione digitale: pubblicato il bando, domande dal 17 settembre

La Regione Toscana ha pubblicato un bando a sostegno dell’acquisto di servizi innovativi di supporto ai processi di trasformazione digitale delle micro, piccole e medie imprese (singole e associate) e dei professionisti.

I progetti devono essere ricondotti alle diverse tipologie di attività innovative previste nel “Catalogo” e prevedere l’acquisizione di servizi qualificati di innovazione digitale di cui alla sezione B6 dello stesso eventualmente combinata con servizi delle sezioni B2 e B3, come da estratto allegato.

Il progetto innovativo di trasformazione digitale dell’impresa, con costo non inferiore a 7.500 euro e non superiore a 100.000 euro. deve prevedere una o più delle seguenti attività:
a) acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione e canoni d’uso di piattaforme software
b) acquisizione di servizi di sostegno all’innovazione compreso i canoni relativi a piattaforme software
c) acquisizione di personale altamente qualificato.

La sovvenzione consiste in un contributo a fondo perduto erogato, di norma, sotto forma di voucher, fino al 70% delle spese ammissibili.

I costi sono ammissibili a far data dal 1.2.2020.

Le domande di agevolazione saranno presentabili a partire dalle ore 9,00 del giorno 17 settembre 2020.

Per maggiori informazioni ed assistenza:

finanziamenti@promofirenze.it

Michele Trizza, 055 2671626

Duccio Negroni, 055 2671617