AGEVOLAZIONI E CONTRIBUTI: Il 26 APRILE UN WEBINAR TECNICO SUL BANDO ISI-INAIL PER LA SICUREZZA SUL LAVORO

Dal 2 maggio e fino al 16 giugno 2022, tutte le imprese interessate e con i requisiti richiesti, possono accedere alla procedura informatica per inserire la domanda di partecipazione al bando ISI-INAIL 2021.

Il 26 aprile 2022, dalle ore 10, la Camera di Commercio di Firenze, la sua Azienda Speciale PromoFirenze, la Sezione Regionale Toscana Albo Gestori Ambientali e la Direzione Regionale Inail per la Toscana organizzeranno un webinar di approfondimento tecnico sul bando.

Il bando ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti, nonché incoraggiare le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, all’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Progetti ammessi a finanziamento
Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 Assi di finanziamento:

  • Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2)
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) – Asse di finanziamento 2
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività – Asse di finanziamento 4
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli – Asse di finanziamento 5.

Risorse economiche destinate ai finanziamenti
Il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’iva, come di seguito riportato.
a)    Per gli Assi 1, 2, 3 e 4 il finanziamento non supera il 65% delle predette spese, fermo restando i seguenti limiti:

  • Assi 1, 2, 3, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 5.000,00 euro ne superiore a 130.000,00 euro. Non è previsto alcun limite minimo di finanziamento per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’allegato (sub Asse 1.2);
  • Asse 4, il finanziamento complessivo di ciascun progetto non potrà essere inferiore a 2.000,00 euro ne superiore a 50.000,00 euro.

b)    Per l’Asse 5 il finanziamento è concesso nella misura del:

  • 40% per la generalità delle imprese agricole (sub Asse 5.1)
  • 50% per giovani agricoltori (sub Asse 5.2)
    e per ciascun progetto il finanziamento non potrà essere inferiore a 1.000,00 euro ne superiore a 60.000,00 euro.

Modalità e tempistiche di presentazione della domanda
La domanda deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica, con successiva conferma attraverso l’apposita funzione, presente nella procedura per la compilazione della domanda on line, di upload/caricamento della documentazione come specificato negli Avvisi regionali/provinciali.
Sul sito www.inail.it – ACCEDI AI SERVIZI ONLINE – le imprese avranno a disposizione una procedura informatica che consente, attraverso un percorso guidato, la compilazione e l’inoltro della domanda di finanziamento con le modalità indicate negli Avvisi regionali/provinciali.
Le date di apertura e chiusura della procedura informatica, in tutte le sue fasi, saranno pubblicate sul portale dell’Inail, nella sezione dedicata all’Avviso ISI 2021 dal 26 febbraio 2022.

>>> Per ulteriori approfondimenti sul bando e per scaricare il testo integrale della delibera, clicca qui

>>> Per partecipare gratuitamente al webinar del 26 aprile 2022 ore 10 iscriviti on-line cliccando qui

>>> Scarica tutte le slide del webinar cliccando qui

PROGRAMMA del WEBINAR (scarica la locandina cliccando qui)

10:00 -10:20 Saluti

Giuseppe Salvini – Segretario Generale della Camera di Commercio di Firenze
Anna Maria Pollichieni – Direttore regionale Inail Toscana
Enrico Bocci – Presidente Sezione Regionale Toscana Albo Gestori Ambientali

10:20 – 11:20 Avviso pubblico ISI 2021: approfondimenti amministrativi e tecnici.

Introduzione alla giornata
Michele Trizza – PromoFirenze, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Firenze
Le fasi del Bando, come presentare i progetti
Sabina Piccione – Responsabile Processo prevenzione Inail Direzione regionale Toscana

Fernando Renzetti – Coordinatore Contarp Inail Toscana
Avviso ISI 2021: approfondimenti tematici per Assi di finanziamento. Focus Isi amianto
Asse 1 (Isi Generalista) – progetti di investimento e progetti di adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
Asse 2 (Isi Tematica) – progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi
Asse 3 (Isi Amianto) – progetti di bonifica da materiali contenenti amianto
Asse 4 (Isi Micro e Piccole Imprese) – progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività
Asse 5 (Isi Agricoltura) – Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli
Chiara Breschi – Professionista Contarp Inail Toscana
Luca Valori – Professionista Contarp Inail Toscana
Marina Mameli – Professionista Contarp Inail Toscana
Domenico Gilioni – Professionista Contarp Inail Toscana
Nicolò Gumina – Coordinatore CTE Inail Toscana

11:20 – 12:00 Question Time

 

Per maggiori informazioni contatta Promofirenze:

Michele Trizza, 055 2671626, michele.trizza@promofirenze.it

Pierpaolo Chelo, 055 2671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

Industria 4.0 e trasformazioni del lavoro

Industria 4.0 e trasformazioni del lavoro

A cura di: Regione Toscana – Progetto TRIO

In questo corso tratteremo la tematica del lavoro all’interno del contesto di Industria 4.0.

Potrebbe interessarti anche:

[dpdfg_filtergrid custom_query=”advanced” use_taxonomy_terms=”on” multiple_taxonomies=”category,post_tag” include_terms=”218,336″ include_children_terms=”off” post_number=”6″ order=”ASC” orderby=”rand” remove_current_post=”on” no_results=”Nessun risultato.” overlay_icon_color=”#a1938a” show_post_meta=”off” show_filters=”off” first_last=”on” items_width=”15%” row_gutter=”1em” cache_on_page=”on” _builder_version=”4.4.4″ hover_enabled=”0″][/dpdfg_filtergrid]

Convenzione ABI, Governo e parti sociali: anticipo cassa integrazione fino a 1.400 euro

ABI ha definito la convenzione nazionale che consente ai lavoratori sospesi dal lavoro a causa dell’emergenza COVID-19 di ricevere dalle banche un’anticipazione dei trattamenti ordinari di integrazione al reddito e di cassa integrazione in deroga previsti nel Decreto Legge “cura-Italia” rispetto al momento di pagamento dell’Inps.