FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI: DAL 3 NOVEMBRE IL BANDO INVITALIA DEDICATO A CULTURA E CREATIVITA’

 

Il Ministero della Cultura, in collaborazione con Invitalia, promuove l’incentivo “Transizione digitale organismi culturali e creativi” (TOCC) per favorire l’innovazione e la digitalizzazione delle micro e piccole imprese, enti del terzo settore e organizzazioni profit e no profit.

L’incentivo può contare su una dotazione finanziaria di 115 milioni di euro prevista dal PNRR

La domanda può essere presentata online attraverso il sito web di Invitalia dalle ore 12.00 del 3 novembre 2022 fino alle ore 18.00 del 1 febbraio 2023.
Per chiedere le agevolazioni è necessario:

  • essere in possesso di una identità digitale (SPID, CNS, CIE) 
  • accedere all’area riservata sul portale Invitalia per compilare online la domanda, caricare il business plan e gli allegati

Per concludere la procedura è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).        

Le agevolazioni sono rivolte alle micro e piccole imprese, in forma societaria di capitali o di persone, incluse le società cooperative, le associazioni non riconosciute, le fondazioni, le organizzazioni dotate di personalità giuridica no profit, nonché agli Enti del Terzo settore, iscritti o in corso di iscrizione al “RUNTS”, che risultano costituiti al 31 dicembre 2020 e che operano nei settori culturali e creativi e nei seguenti ambiti di intervento:

  • Musica
  • Audiovisivo e radio
  • Moda
  • Architettura e design
  • Arti visive
  • Spettacolo dal vivo e festival
  • Patrimonio culturale materiale e immateriale
  • Artigianato artistico
  • Editoria, libri e letteratura
  • Area interdisciplinare (per chi opera in più di un ambito di intervento tra quelli elencati)

Sono finanziabili progetti fino a 100.000 euro – considerando sia le spese di investimento che il capitale circolante – da realizzare in 18 mesi.

Gli interventi devono avere i seguenti obiettivi:

  • creazione di nuovi prodotti culturali e creativi per la diffusione live e online
  • diffusione dei prodotti culturali verso nuovo pubblico (diminuzione del divario territoriale, raggiungimento categorie deboli) e verso l’estero
  • fruizione del proprio patrimonio attraverso piattaforme digitali, nuove modalità e nuovi format narrativi
  • digitalizzazione del proprio patrimonio con obiettivo di conservazione, maggiore diffusione e condivisione
  • incremento del crowdsourcing e sviluppo di piattaforme open source per la realizzazione e condivisione di progetti community-based

Le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributo a fondo perduto, fino all’80% delle spese ammissibili e comunque per un importo massimo di 75.000 euro, nel rispetto del regolamento de minimis.

Le imprese devono finanziarie con risorse proprie la quota non coperta dalle agevolazioni.

Alcuni esempi di spese finanziabili:

  • impianti, macchinari e attrezzature nuove di fabbrica
  • componenti hardware e software
  • brevetti, marchi e licenze
  • certificazioni, know-how e conoscenze tecniche direttamente correlate al progetto da realizzare
  • opere murarie nel limite del 20% del progetto di spesa complessivamente considerato ammissibile

Alcuni esempi di capitale circolante:

  • materie prime
  • servizi necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa
  • godimento beni di terzi

>>> Per scaricare la modulistica del bando clicca qui

>>> Per scaricare il disciplinare del bando clicca qui

 

 

Per ulteriori informazioni contatta Promofirenze:

Michele Trizza, 0552671626

Pierpaolo Chelo, 0552671617

finanziamenti@promofirenze.it

 

FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI: IL 16 NOVEMBRE UN WEBINAR SU PNRR E FONDI UE CON FOCUS ENERGIA E DNSH

La Camera di Commercio di Firenze e la sua Azienda Speciale PromoFirenze, in collaborazione con la Regione Toscana, promuovono un incontro informativo sulle principali agevolazioni per le imprese previste in Toscana dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e dai Fondi Europei 2021/2027.
Il webinar approfondirà in particolare gli interventi di prossima attuazione, con un focus sul tema energia e sul principio DNSH, ossia la necessità di non arrecare danno all’ambiente, da rispettare per poter beneficiare degli incentivi.

>>> La partecipazione al webinar, organizzato nell’ambito delle attività previste dalla rete EEN – Enterprise Europe Network, è gratuita iscrivendosi on-line cliccando qui

>>> Scarica la locandina dell’evento cliccando qui

>>> Questo il programma degli interventi:

– Ore 10,00 Saluti iniziali
Giuseppe Salvini, Segretario Generale della CCIAA di Firenze
– Ore 10,10 Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza: lo stato dell’arte in Toscana e le opportunità in materia di energia
Alessandra de Renzis – Regione Toscana, Gabinetto del Presidente Eugenio Giani
– Ore 10,40 I nuovi fondi europei 2021/2027 in Toscana con focus in materia di energia
Paolo Ernesto Tedeschi – Regione Toscana, Direttore della Direzione Competitività territoriale della Toscana e autorità di gestione
– Ore 11,20 Il principio DNSH: la sostenibilità ambientale dei progetti
Federica Peluso – Ergo Srl, spin off della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa
– 0re 11,50 Domande e risposte
– 0re 12,00 Conclusione dei lavori

>>> Scarica le slide dei relatori che ne hanno autorizzato la condivisione cliccando qui

 

 

Per maggiori informazioni, contatta PromoFirenze:

Michele Trizza, 0552671626

Pierpaolo Chelo, 0552671617

finanza@promofirenze.it

FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI: DA SETTEMBRE GLI INCENTIVI PER BLOCKCHAIN, INTELLIGENZA ARTIFICIALE E INTERNET OF THINGS

E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini di presentazione delle domande per richiedere i finanziamenti del Fondo per lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e internet of things, istituito presso il Mise con una dotazione iniziale di 45 milioni di euro.

A partire dal 21 settembre 2022 le imprese e i centri di ricerca pubblici o privati, anche in forma congiunta tra loro, potranno richiedere agevolazioni per realizzare progetti di ricerca e innovazione tecnologica legati al programma transizione 4.0. Per facilitare la predisposizione della domanda è stata inoltre prevista, dal 14 settembre, una fase di precompilazione che consentirà di avviare l’inserimento della documentazione sulla piattaforma online.

Con il fondo verranno agevolate spese e costi ammissibili non inferiori a 500 mila euro e non superiori 2 milioni di euro nei seguenti settori strategici prioritari:

  • industria e manifatturiero
  • sistema educativo
  • agroalimentare
  • salute
  • ambiente ed infrastrutture
  • cultura e turismo
  • logistica e mobilità
  • sicurezza e tecnologie dell’informazione
  • aerospazio

I soggetti ammissibili sono le imprese di qualsiasi dimensione, costituite in forma societaria e che esercitano attività industriali di produzione di beni e servizi, agro-industriali, artigiane, di trasporto, di servizi alle imprese che esercitano le predette attività, nonché i centri di ricerca con personalità giuridica.
Le grandi imprese sono ammissibili alle agevolazioni, soltanto nell’ambito di un progetto che preveda una collaborazione effettiva con le PMI beneficiarie. I soggetti ammissibili possono presentare anche progetti in forma congiunta, fino ad un numero massimo di cinque partecipanti per ciascun progetto.
Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo alla spesa nel rispetto dei limiti stabiliti dagli articoli 25 e 29 del Regolamento GBER.

Sono finanziabili i progetti che prevedono la realizzazione di attività di “ricerca industriale”, “sviluppo sperimentale”, “innovazione dell’organizzazione” e “innovazione di processo”, finalizzate al sostegno e allo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e internet of things.

Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni, i progetti devono prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a euro 500.000,00 e non superiori a euro 2.000.000,00.

La domanda di agevolazione deve essere presentata, pena l’invalidità e l’irricevibilità, in forma esclusivamente telematica utilizzando la procedura disponibile nel sito internet di Infratel Italia (www.infratelitalia.it), mediante la piattaforma dedicata all’iniziativa.

Il decreto direttoriale 24 giugno prevede la possibilità di precaricare la documentazione prevista dal bando, a partire dal 14 settembre 2022.

>>> Scarica il testo completo del Decreto Direttoriale 24 giugno 2022, la modulistica per la presentazione della domanda e le risposte alle FAQ cliccando qui

Per maggiori informazioni potete contattare PromoFirenze:

Michele Trizza, 0552671626, michele.trizza@promofirenze.it

Pierpaolo Chelo, 0552671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

 

Agevolazioni e contributi: dal 24 marzo riparte il bando on-nuove imprese a tasso zero

Dal 24 marzo 2022 alle ore 12.00 e fino ad esaurimento fondi, riaprirà lo sportello ON – Oltre Nuove imprese a tasso zero, con una dotazione di 150 milioni di euro come previsto dal Decreto Direttoriale Mise – Direzione generale per gli incentivi alle imprese (DGIAI) del 16 marzo 2022.

ON – Oltre Nuove imprese a tasso zero” è l’incentivo per i giovani e le donne che vogliono diventare imprenditori. Le agevolazioni sono valide in tutta Italia e prevedono un mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro, che può coprire fino al 90% delle spese totali ammissibili.

I requisiti di accesso e le modalità di presentazione non sono variate rispetto al precedente bando e la domanda si presenta solo online tramite la piattaforma di Invitalia

Per ulteriori approfondimenti circa le linee guida del bando, i requisiti di ammissione, le modalità di presentazione delle domande con la relativa modulistica, clicca qui

 

 

 

Per maggiori informazioni contatta Promofirenze:

Michele Trizza, 0552671626, michele.trizza@promofirenze.it

Pierpaolo Chelo, 0552671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

Agevolazioni e finanziamenti: disponibili i voucher connettività a banda ultra larga per le imprese

E’ attivo dal 1 marzo u.s. il Piano Voucher per la connettività a internet ultraveloce e la digitalizzazione del sistema produttivo su tutto il territorio nazionale, con cui le imprese possono richiedere un contributo – da un minimo di 300 euro ad un massimo di 2.500 euro per servizi di connettività a banda ultra larga da 30 Mbit/s ad oltre 1 Gbit/s – direttamente agli operatori di telecomunicazioni che si sono accreditati e si accrediteranno sul portale dedicato all’incentivo. Infratel Italia gestisce la misura per conto del Ministero dello Sviluppo Economico.

Per l’erogazione del voucher e l’attivazione dei servizi a banda ultra larga, i beneficiari devono utilizzare i consueti canali di vendita dei suddetti operatori.

Le risorse destinate alla misura, volta alla digitalizzazione delle imprese, sono pari complessivamente a 608.238.104,00 euro.

Si tratta di un intervento che rientra nell’ambito della strategia italiana per la banda ultra larga ed è anche tra le priorità indicate nel PNRR.

Il Piano Voucher per le imprese avrà durata fino a esaurimento delle risorse stanziate e comunque fino al 15 dicembre 2022. La durata della misura potrà essere prorogata per un ulteriore anno.

Per maggiori informazioni visitate la sezione dedicata sul sito del MISE cliccando qui

 

 

 

Per ulteriore assistenza contatta Promofirenze:

Michele Trizza, 0552671626

Pierpaolo Chelo, 0552671617

finanza@promofirenze.it