FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI: FINO AL 31 OTTOBRE IL SOSTEGNO SIMEST ALLE IMPRESE ESPORTATRICI IN UCRAINA, RUSSIA E BIELORUSSIA

Fino al 31 ottobre 2022 è disponibile il sostegno SIMEST alle imprese italiane esportatrici in Ucraina e/0 Federazione Russa e/o Bielorussia, rivolto a tutte quelle PMI e Mid Cap, costituite in forma di società di capitali, che:

– abbiano depositato presso il Registro imprese almeno tre bilanci relativi a tre esercizi completi;

– abbiano un fatturato export medio nel triennio 2019-2021 derivante da esportazioni dirette verso Ucraina e/o Federazione Russa e/o Bielorussia pari ad almeno il 20% rispetto al fatturato totale del triennio, come dichiarato e asseverato da un soggetto iscritto al Registro dei Revisori Contabili tenuto dal MEF;

– abbiano riscontrato un calo del fatturato dalle tre aree che, al termine dell’esercizio 2022, dovrà risultare almeno pari al 20% del fatturato medio realizzato verso le tre geografie nel precedente triennio;

L’agevolazione è un finanziamento a tasso agevolato (rimborso a tasso zero) in regime “de minimis” con co-finanziamento a fondo perduto in regime di Temporary Crisis Framework*, che ha l’obiettivo di mantenere e salvaguardare la competitività sui mercati internazionali delle imprese esportatrici colpite dalla crisi a seguito della guerra in Ucraina. Queste le principali caratteristiche:

– Importo massimo finanziabile: fino a € 1.500.000 in funzione della classe di scoring e comunque non superiore al 25% dei ricavi medi risultati dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa;

– Quota massima a fondo perduto: fino al 40% dell’intervento agevolativo complessivo. La quota di co-finanziamento a fondo perduto è concessa, in ogni caso, nei limiti dell’importo massimo complessivo di agevolazione in regime di Temporary Crisis Framework* per impresa, pari a €500.000 per impresa;

Durata del finanziamento: 6 anni, di cui 2 di pre-ammortamento;

Le imprese interessate, in fase di compilazione della domanda, dovranno:  

– indicare il dato relativo al fatturato estero registrato in ciascuno dei tre anni verso le tre geografie (Ucraina e/o Federazione Russa e/o Bielorussia), allegando l’asseverazione da parte del soggetto revisore, ivi incluse le dichiarazioni IVA sottostanti;

– dichiarare una previsione di calo del fatturato estero a livello aggregato verso Ucraina, Federazione Russa e/o la Bielorussia che, al termine dell’esercizio 2022, dovrà essere complessivamente pari o superiore al 20% del fatturato medio estero realizzato verso tali Paesi nel triennio precedente;

– entro il 31 dicembre 2023, al fine di confermare l’agevolazione, attestare mediante dichiarazione e asseverazione da parte di un soggetto iscritto al registro dei Revisori Contabili tenuto dal MEF, di aver subito effettivamente un calo di fatturato per l’esercizio 2022 a livello aggregato verso Ucraina e/o Federazione Russa e/o Bielorussia di almeno il 20% rispetto al fatturato medio estero realizzato nel triennio precedente verso le medesime geografie. 

Modalità di presentazione delle domande:

  • Dalle ore 09:00 del 12 luglio 2022 sarà possibile accedere al Portale per la compilazione e presentazione delle richieste di finanziamento. Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di finanziamento per tale strumento.

  • Per poter accedere al Portale è necessario acquisire una posizione nella coda virtuale. Una volta arrivato il proprio turno, sarà possibile effettuare le attività di compilazione della domanda entro una tempistica massima, trascorsa la quale sarà necessario riaccedere al meccanismo di coda. 

  • Ai fini della compilazione della richiesta è necessario allegare l’asseverazione del revisore sul requisito del fatturato export verso le tre geografie e le dichiarazioni IVA sottostanti. Nel caso in cui la domanda sia inviata mediante un consulente, è richiesto di allegare il contratto. Ai fini del riconoscimento delle spese di consulenza per la presentazione della domanda, è necessario presentare la “Dichiarazione di professionalità e indipendenza dei soggetti che erogano consulenze” di cui alla sezione Template di dichiarazione; ove non caricata al momento della presentazione, la stessa sarà richiesta durante l’istruttoria della domanda.

  • Le richieste di finanziamento potranno essere presentate fino alle ore 18:00 del 31 ottobre 2022, salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse finanziarie disponibili. 

  • In ogni caso, la presentazione della domanda non comporta il diritto alla delibera dell’intervento, che resta subordinata al completamento dell’istruttoria SIMEST e all’effettiva disponibilità delle risorse finanziarie.

Per consultare la documentazione di riferimento clicca qui

 

 

 

Per maggiori informazioni contatta Promofirenze:

Michele Trizza, 0552671626

Pierpaolo Chelo, 0552671617

finanza@promofirenze.it

FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI: DA SETTEMBRE GLI INCENTIVI PER BLOCKCHAIN, INTELLIGENZA ARTIFICIALE E INTERNET OF THINGS

E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini di presentazione delle domande per richiedere i finanziamenti del Fondo per lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e internet of things, istituito presso il Mise con una dotazione iniziale di 45 milioni di euro.

A partire dal 21 settembre 2022 le imprese e i centri di ricerca pubblici o privati, anche in forma congiunta tra loro, potranno richiedere agevolazioni per realizzare progetti di ricerca e innovazione tecnologica legati al programma transizione 4.0. Per facilitare la predisposizione della domanda è stata inoltre prevista, dal 14 settembre, una fase di precompilazione che consentirà di avviare l’inserimento della documentazione sulla piattaforma online.

Con il fondo verranno agevolate spese e costi ammissibili non inferiori a 500 mila euro e non superiori 2 milioni di euro nei seguenti settori strategici prioritari:

  • industria e manifatturiero
  • sistema educativo
  • agroalimentare
  • salute
  • ambiente ed infrastrutture
  • cultura e turismo
  • logistica e mobilità
  • sicurezza e tecnologie dell’informazione
  • aerospazio

I soggetti ammissibili sono le imprese di qualsiasi dimensione, costituite in forma societaria e che esercitano attività industriali di produzione di beni e servizi, agro-industriali, artigiane, di trasporto, di servizi alle imprese che esercitano le predette attività, nonché i centri di ricerca con personalità giuridica.
Le grandi imprese sono ammissibili alle agevolazioni, soltanto nell’ambito di un progetto che preveda una collaborazione effettiva con le PMI beneficiarie. I soggetti ammissibili possono presentare anche progetti in forma congiunta, fino ad un numero massimo di cinque partecipanti per ciascun progetto.
Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo alla spesa nel rispetto dei limiti stabiliti dagli articoli 25 e 29 del Regolamento GBER.

Sono finanziabili i progetti che prevedono la realizzazione di attività di “ricerca industriale”, “sviluppo sperimentale”, “innovazione dell’organizzazione” e “innovazione di processo”, finalizzate al sostegno e allo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e internet of things.

Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni, i progetti devono prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a euro 500.000,00 e non superiori a euro 2.000.000,00.

La domanda di agevolazione deve essere presentata, pena l’invalidità e l’irricevibilità, in forma esclusivamente telematica utilizzando la procedura disponibile nel sito internet di Infratel Italia (www.infratelitalia.it), mediante la piattaforma dedicata all’iniziativa.

Il decreto direttoriale 24 giugno prevede la possibilità di precaricare la documentazione prevista dal bando, a partire dal 14 settembre 2022.

>>> Scarica il testo completo del Decreto Direttoriale 24 giugno 2022, la modulistica per la presentazione della domanda e le risposte alle FAQ cliccando qui

Per maggiori informazioni potete contattare PromoFirenze:

Michele Trizza, 0552671626, michele.trizza@promofirenze.it

Pierpaolo Chelo, 0552671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

 

Agevolazioni e contributi: dal 24 marzo riparte il bando on-nuove imprese a tasso zero

Dal 24 marzo 2022 alle ore 12.00 e fino ad esaurimento fondi, riaprirà lo sportello ON – Oltre Nuove imprese a tasso zero, con una dotazione di 150 milioni di euro come previsto dal Decreto Direttoriale Mise – Direzione generale per gli incentivi alle imprese (DGIAI) del 16 marzo 2022.

ON – Oltre Nuove imprese a tasso zero” è l’incentivo per i giovani e le donne che vogliono diventare imprenditori. Le agevolazioni sono valide in tutta Italia e prevedono un mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro, che può coprire fino al 90% delle spese totali ammissibili.

I requisiti di accesso e le modalità di presentazione non sono variate rispetto al precedente bando e la domanda si presenta solo online tramite la piattaforma di Invitalia

Per ulteriori approfondimenti circa le linee guida del bando, i requisiti di ammissione, le modalità di presentazione delle domande con la relativa modulistica, clicca qui

 

 

 

Per maggiori informazioni contatta Promofirenze:

Michele Trizza, 0552671626, michele.trizza@promofirenze.it

Pierpaolo Chelo, 0552671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

Agevolazioni: un webinar dedicato al bando Creazione d’Impresa della Regione Toscana il prossimo 23 marzo

I bandi regionali per agevolare la creazione di imprese giovanili, femminili o da parte di destinatari di ammortizzatori sociali, e per favorire gli investimenti da parte di giovani professionisti, ancora aperti per pochi mesi e con risorse tuttora disponibili, saranno l’argomento di un prossimo webinar gratuito in programma il 23 marzo 2022 alle ore 10.

Durante l’incontro, organizzato da Camera di Commercio di Firenze, Regione Toscana e PromoFirenze, con il contributo della rete della Commissione Europea Enterprise Europe Network, verranno illustrati i requisiti necessari e le modalità di partecipazione alle due misure, con la possibilità di interagire e porre quesiti direttamente agli esperti della Regione.

La partecipazione è gratuita e riservata a coloro che effettueranno l’iscrizione cliccando qui

Scarica il programma del webinar cliccando qui

 

 

Per ulteriori informazioni contatta Promofirenze:

M.Trizza, 0552671626, michele.trizza@promofirenze.it

P.Chelo, 0552671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

 

Agevolazioni Regione Toscana: il 6 dicembre 2021 riapre il bando Creazione d’Impresa giovanile e femminile

La Regione Toscana con Decreto Dirigenziale n. 19569 del 8 novembre 2021 ha approvato la riapertura del bando Creazione d’Impresa giovanile, femminile e dei destinatari di ammortizzatori sociali, chiuso per esaurimento fondi lo scorso 30 novembre.

La misura intende agevolare l’avvio di micro e piccole imprese artigiane, industriali manifatturiere, nonché del settore turistico, commerciale, cultura e terziario, attraverso lo strumento finanziario del microcredito, con l’obiettivo di consolidare lo sviluppo economico ed accrescere i livelli di occupazione giovanile, femminile e dei destinatari di ammortizzatori sociali. Il bando è cofinanziato dal Programma FESR 2014-2020, azione 3.5.1 

Possono presentare domanda:

  • le Micro e Piccole Imprese (MPI), così come definite dall’allegato 1 del  Reg. (UE)  n. 651/2014, nonché i liberi professionisti in quanto equiparati alle imprese (delibera di giunta 240/2017), che abbiano il carattere  di impresa giovanile, femminile oppure di soggetti destinatari di ammortizzatori sociali, la cui costituzione è avvenuta nel corso dei due anni precedenti la data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione;
  • persone   fisiche   intenzionate   ad   avviare,  entro sei mesi dalla data di comunicazione dell’ammissione della domanda, un’attività imprenditoriale di dimensione di micro o piccola Impresa (MPI) o un’attività di libero professionista definita giovanile, femminile oppure di destinatari di ammortizzatori sociali.

Sono comunque escluse le domande presentate da:

  • persone fisiche già socie di Srl unipersonale svolgente la medesima attività d’impre-sa per la quale si richiede l’agevolazione;
  • S.r.l. unipersonali nelle quali il socio unico è già titolare di impresa individuale svolgente la medesima attività d’impresa per la quale si richiede l’agevolazione

La domanda di agevolazione è redatta esclusivamente on line a partire dalle ore 9 del 6 dicembre 2021 fino ad esaurimento fondi, previo rilascio delle credenziali di accesso al sistema gestionale disponibile al portale http://www.toscanamuove.it
Ai fini dell’ottenimento delle credenziali di accesso è necessario accedere all’area “Registrazione” e compilare la schermata inserendo i dati anagrafici relativi al legale rappresentante e un indirizzo e mail che verrà utilizzato per l’invio delle credenziali di accesso per l’area riservata. Le   credenziali   di   accesso   ottenute   consentono   il   login   all’interno   dell’area   “Accesso Utenti Registrati” per l’inserimento della domanda di aiuto. Per la firma in modalità digitale di alcuni documenti è inoltre richiesto il possesso dei relativi dispositivi.

L’agevolazione viene concessa nella forma del microcredito a tasso zero, nella misura del 70% del costo totale ammissibile, ovvero di importo non superiore a 24.500,00 euro. La durata del finanziamento è di 7 anni (84 mesi di cui 18 di preammortamento). È previsto inoltre un preammortamento tecnico massimo di 3 mesi.
Il rimborso avviene in rate trimestrali posticipate costanti. Nella  fase del  rimborso del  finanziamento  agevolato  il beneficiario  può presentare  istanza  di differimento/rimodulazione del piano di ammortamento.

>>> Scarica il disciplinare del bando cliccando qui.

 

 

 

Per maggiori informazioni, contatta Promofirenze:

Michele Trizza, T. 055 2671626, E. michele.trizza@promofirenze.it

Pierpaolo Chelo, T. 055 2671617, E. pierpaolo.chelo@promofirenze.it