Agevolazioni e Finanziamenti: contributo CCIAA Firenze per l’Internazionalizzazione, domande dal 21 marzo

La Camera di Commercio di Firenze promuove, per l’anno 2022, una misura di intervento a sostegno dei processi di internazionalizzazione delle MPMI della Città Metropolitana. La domanda, completa della documentazione richiesta, potrà essere inviata dal 21 marzo 2022 al 31 dicembre 2022, salvo esaurimento dei fondi stanziati.

Sono finanziabili i seguenti ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale:
  1. Percorsi di rafforzamento della presenza all’estero
  2. Sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero
Sono ammesse a contributo le seguenti spese, al netto dell’IVA, fatturate e pagate a partire dal 1° gennaio 2022 per:
  1. spese per la locazione degli spazi espositivi, compresa anche la quota di iscrizione, per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali, inserite nel Calendario 2022 delle Manifestazioni Fieristiche Internazionali svolte in Italia pubblicato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome; 
  2. spese per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali svolte all’estero (sia in Paesi UE, sia extra UE): realizzazione di spazi espositivi (virtuali o, laddove  possibili, fisici, compreso il noleggio e l’eventuale allestimento, nonce l’interpretariato e il srvizio di hostess), comprendendo anche la quota di partecipazione/iscrizione  e le spese per l’eventuale trasporto dei prodotti (compresa l’assicurazione);
  3. spese per campagne di marketing digitale in lingua straniera o di vetrine digitali in lingua straniera (si precisa che per vetrina digitale non si intendono i siti internet aziendali);
  1. spese per lo sviluppo di canali di promozione e sviluppo all’estero (a partire da quelli innovativi basati su tecnologie digitali), quali ad esempio: la realizzazione di “virtual matchmaking”, ovvero lo sviluppo di percorsi (individuali o collettivi) di incontri d’affari e B2B virtuali tra buyer internazionali e operatori nazionali, anche in preparazione a un’eventuale attività incoming e outgoing futura, partecipazione a market place, ecc.;
  1. spese per l’ottenimento o il rinnovo delle certificazioni di prodotto necessarie per l’esportazione in paesi stranieri;
  1. spese per la protezione del marchio all’estero;
  2. spese per traduzione dei contenuti del sito in lingua straniera (si precisa che tale tipologia di spesa è ammissibile solo se riportata con voce separata in fattura);
  1. spese per realizzazione cataloghi/brochure/presentazioni aziendali in lingua straniera.
    Ammontare del contributo:
    Il contributo camerale sarà pari al 50% delle spese ammissibili, con un minimo di spesa di euro 500,00 (esclusa Iva) e con i seguenti massimali di contributo:
    1. € 1.000,00 per ciascuna impresa richiedente, per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali inserire nel Calendario 2022 delle Manifestazioni Fieristiche Internazionali svolte in Italia e per la partecipazione a mostre/fiere anche digitali svolte all’estero (art. 6 comma 1, lettere a) e b) del presente disciplinare);
    2. 1.500,00 per tutte le altre tipologie di spesa ammissibili.
    >>> Per maggiori dettagli sulla misura clicca qui
    >>> Per scaricare il disciplinare della misura clicca qui
    >>> Per scaricare la modulistica della misura clicca qui
    Per maggiori informazioni, contatta Promofirenze:
    Michele Trizza, 055 2671626, michele.trizza@promofirenze.it
    Pierpaolo Chelo, 055 2671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

    AGEVOLAZIONI E CONTRIBUTI: PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO SOSTEGNI TER

    Ė stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 21 del 27 gennaio 2022 il decreto Sostegni ter (D.L. n. 4/2022), recante “Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19, nonché per il contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico”.

    In particolare, il Titolo I del decreto è riservato al “Sostegno alle imprese e all’economia in relazione all’emergenza Covid-19”:

    – l’art. 1 prevede un doppio intervento a favore delle sale da ballo, discoteche e locali assimilati chiusi per decreto fino a fine gennaio;

    – l’art. 2 riconosce un contributo a fondo perduto a favore delle imprese di commercio al dettaglio di cui ai seguenti codici della classificazione delle attività economiche ATECO 2007: 47.19, 47.30, 47.43, 47.5 e 47.6, 47.71, 47.72, 47.75, 47.76, 47.77, 47.78, 47.79, 47.82, 47.89 e 47.99.
    Il contributo spetta esclusivamente alle imprese con un ammontare di ricavi riferito al 2019 non superiore a 2 milioni di euro, che hanno subito una riduzione del fatturato nel 2021 non inferiore al 30% rispetto al 2019.
    L’ammontare del contributo a fondo perduto è determinato in misura pari all’importo ottenuto applicando una percentuale pari alla differenza tra l’ammontare medio mensile dei ricavi relativi al periodo d’imposta 2021 e l’ammontare medio mensile dei medesimi ricavi riferiti al periodo d’imposta, come segue:
    60%, per i soggetti con ricavi relativi al periodo d’imposta 2019 non superiori a 400.000 euro;
    50%, per i soggetti con ricavi relativi al periodo d’imposta 2019 superiori a 400.000 euro e fino a un milione di euro;
    40%, per i soggetti con ricavi relativi al periodo d’imposta 2019 superiori a un milione di euro e fino a 2 milioni di euro.
    Al fine di ottenere il contributo a fondo perduto, le imprese dovranno presentare, esclusivamente in via telematica, un’istanza al Ministero dello Sviluppo economico, nei termini e secondo le modalità che saranno definiti da un provvedimento dello stesso Ministero.
    – l’art. 3 prevede invece misure di sostegno per attività economiche particolarmente colpite dall’emergenza epidemiologica tra cui parchi tematici, acquari, parchi geologici e giardini zoologici.
    Il decreto contiene anche un corposo pacchetto di misure a favore del settore turistico, della cultura e dello sport.
    >>> Scarica il testo completo del decreto in Gazzetta Ufficiale cliccando qui
    Per ulteriori informazioni contatta Promofirenze:
    Michele Trizza, 0552671626, michele.trizza@promofirenze.it
    Pierpaolo Chelo, 0552671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

    Agevolazioni Regione Toscana: dal 17 gennaio 2022 il bando ristori attività commerciali dei centri storici

     Il 17 gennaio 2022 aprirà il bando della Regione Toscana dedicato ai contributi a fondo perduto per le attività commerciali, del turismo e della ristorazione all’interno dei centri storici toscani.

    I territori interessati saranno le “aree delimitate come centri storici dai Comuni toscani”,  i “Comuni termali” e i “Comuni definiti come zona rossa” che saranno elencati in un allegato del bando, mentre i Codici Ateco coinvolti saranno quelli definiti nell’allegato alla Delibera 643/2014.

    Possono accedere ad un contributo di 2.500,00 euro quelle attività che hanno registrato, a causa dell’emergenza sanitaria, un calo di fatturato di almeno il 30% tra l’esercizio 2020 e l’esercizio 2019, calcolati nei periodi 1 gennaio – 31 dicembre.

    Possono presentare la domanda anche coloro che hanno già percepito precedenti ristori, purché il cumulo dei contributi ottenuti non superi il differenziale di fatturato (calo del fatturato); questi soggetti saranno posizionati in fondo alla graduatoria. Sono comunque esclusi gli esercizi che hanno fatto domanda per i bandi ristori appena emanati durante lo scorso autunno (comprensori sciistici, discoteche, ecc.). 

    Prima dell’assegnazione del contributo, la Regione farà una verifica con i Comuni dei territori interessati per certificare che il beneficiario sia localizzato nelle zone obiettivo del bando.

    La graduatoria sarà stilata in ordine di calo percentuale del fatturato/corrispettivi registrato con ordinamento decrescente, calcolato con due decimali; avranno priorità le aziende che si sono costituite nel 2020.

    Il disciplinare del bando e la relativa documentazione sono attesi in pubblicazione sul portale di Sviluppo Toscana SpA disponibile cliccando qui

     

    Per ulteriori informazioni si prega di contattare Promofirenze:

    Michele Trizza, 0552671626, michele.trizza@promofirenze.it

    Pierpaolo Chelo, 0552671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

     

    Agevolazioni per imprese giovanili e femminili: dal 19 maggio il bando ON “Oltre Nuove Imprese a Tasso Zero”

    “ON – Oltre Nuove imprese a tasso zero” è l’incentivo per i giovani (18-35 anni) e le donne (senza limite di età) che vogliono diventare imprenditori. Le agevolazioni, a favore delle micro e piccole imprese, prevedono un mix di agevolazioni a tasso zero e contributo a fondo perduto per progetti d’impresa con importo finanziabile fino al 90% delle spese totali ammissibili.

    >>> Per visualizzare il testo del bando, che si aprirà il prossimo 19 maggio 2021, clicca qui

    >>> Per saperne di più, collegati al sito di Invitalia cliccando qui

    Per ulteriori informazioni, contatta Promofirenze:

    – Michele Trizza, tel. 055 2671626 email michele.trizza@promofirenze.it

    – Pierpaolo Chelo, tel. 055 2671617 email pierpaolo.chelo@promofirenze.it

    Agevolazioni MISE: di prossima attivazione i contributi per piccole imprese dei settori tessile, moda e accessori

    Con la pubblicazione in G.U. del Decreto 18 dicembre 2020 del Ministero dello Sviluppo Economico,  si definiscono le modalità di erogazione di contributi a fondo perduto del 50% a favore delle piccole imprese, attive da non più di 5 anni, dei  settori tessile, moda ed accessori, che investiranno in digitalizzazione e innovazione dei prodotti, dei processi  e delle materie prime.

    I termini e le modalita’ di presentazione delle domande di agevolazione sono definiti con successivo provvedimento del Direttore generale per gli incentivi alle imprese del Ministero, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale e sul sito internet del Ministero (www.mise.gov.it).

    Per verificare i requisiti dei beneficiari ed i codici Ateco prevalenti oggetto della misura, i progetti e le spese ammissibili, la procedura di accesso ed i criteri di valutazione delle domande, scaricate il testo completo del Decreto cliccando qui

    Per ulteriori informazioni: