Focus Brexit

Alla fine dello scorso anno l’Unione Europea ed il Regno Unito, hanno annunciato il raggiungimento di un “agreement in principle, che definisce i principi alla base della Brexit e la futura cooperazione UE-UK, a partire dal 1° gennaio 2021.

Sono ancora in fase di definizione alcuni passaggi formali da entrambe le parti, ma i contenuti dell’accordo sono ormai delineati, ed il Regno Unito diventa un Paese terzo rispetto all’Unione Europea.

Dal 1° gennaio, infatti, il Regno Unito non è più parte del mercato unico, e lascia così anche l’unione doganale dell’UE insieme a tutte le politiche dell’Unione europea e agli accordi internazionali. Ha fine dunque la libera circolazione di persone, merci, servizi e capitali.

Tutti i dettagli sull’accordo e la versione completa del testo sono disponibili nella pagina dedicata della Commissione europea, accedendo a questo link

 Viene proposta dalla Commissione anche una brochure sintetica dei principali contenuti dell’accordo e di tutti i cambiamenti che saranno messi in atto negli scambi e nelle relazioni con il Regno Unito. Vai al testo della brochure

Di seguito alcuni link per approfondimenti sull’argomento:

  • L’Agenzia delle Dogane e Monopoli ha attivato una specifica sezione informativa sul proprio portale: Infobrexit e inoltre ha istituito un servizio di informazione sull’impatto doganale attraverso un help desk che risponde al seguente indirizzo email:  adm.infobrexit@adm.gov.it. Al link seguente sono inoltre presenti le FAQ risolte dall’Agenzia. L’Agenzia ha recentemente emanato delle istruzioni operative per la facilitazione delle operazioni doganali in vista della Brexit, consultabili qui

  • L’Agenzia ICE, attraverso il proprio Ufficio di Londra, ha intrapreso una serie di iniziative in vista della Brexit e curato diversi dossier tematici sui cambiamenti e le nuove modalità di relazione con il Regno Unito, oltre ad aver costituito un Help Desk dedicato.

Si segnala inoltre che ICE ha rilasciato anche un manuale sul marchio UKCA – UK Conformity Assessed, il nuovo marchio che sostituisce la conformità CE e che sarà usato per i beni immessi sul mercato della Gran Bretagna (Inghilterra, Galles e Scozia)

Altre pagine istituzionali dedicate alla Brexit ed ai suoi effetti:

  • La Direzione Generale per la fiscalità e l’Unione doganale (TAXUD) ha a sua volta fornito indicazioni per prepararsi alla Brexit: Prepararsi alla Brexit.
  • la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato sul proprio sito web un documento complessivo contenente informazioni sulle conseguenze e sui preparativi allo scenario di una Brexit senza accordo consultabile nella Sezione dedicata .
  • L’Ambasciata d’Italia a Londra ha allestito una Sezione dedicata per rispondere, in particolare, alle esigenze informative dei cittadini italiani residenti nel Regno Unito: visita la pagina.
  • Il Governo Britannico ha pubblicato una pagina dedicata alla transizione, dove si trova anche lo strumento Brexit Checker, per ottenere sulla base della propria situazione individuale una lista di azioni personalizzata per adeguarsi alle nuove norme

ExportHub di PromoFirenze è a disposizione per trovare risposta ai quesiti specifici della vostra impresa sul tema della Brexit.

Scrivici exporthub@promofirenze.it