Conversione e produzione materiale sanitario

Procedure per richiesta produzione mascherine

### Pagina in costante aggiornamento ###

La Camera di Commercio e la sua Azienda Speciale PromoFirenze lavorano insieme alle aziende del territorio per venire incontro alle richieste di materiale sanitario.

Le nostre imprese sono oggi più importanti che mai per fronteggiare l’emergenza, scambiando esperienze, informazioni e creando opportunità.

A CHI CI RIVOLGIAMO?

AZIENDE CON UN SISTEMA DI QUALITÀ E ATTREZZATURE PER IL TAGLIO E CUCI

Possiamo aiutarti a convertire parte della tua produzione in materiale sanitario, in mascherine e non solo, fondamentale per le prossime settimane per il settore ospedaliero e produttivo.

AZIENDE CONVERTITE ALLA PRODUZIONE DI MASCHERINE O ALTRO MATERIALE

Segnalacelo per condividere la tua esperienza e poterti supportare

PRODUTTORI O COMMERCIANTI DI TNT, ATTO PER ESSERE USATO IN DISPOSITIVI MEDICI

Segnalacelo e ti metteremo in contatto con chi sta avviando la produzione e ha bisogno di te.

LABORATORI O ENTI CERTIFICATORI

La Camera di commercio ti potrà anche dare informazioni in merito a soggetti del territorio che ti potranno aiutare per ricevere le certificazioni necessarie per la commercializzazione del prodotto.

CONTATTI

Per informazioni e per ricevere la newsletter scrivici a filierasanitaria@promofirenze.it

NEWSLETTER FILERA SANITARIA

Aggiornamento di martedì 24 marzo

Ecco gli aggiornamenti di oggi: 1.     Specifiche dell'INAIL per la produzione di "camici DPI": istruzioni e la modulistica per le dichiarazioni a questo link: https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/avvisi-e-scadenze/avviso-dl-17320-dpi.html in indirizzo di...

leggi tutto

Aggiornamento di lunedì 23 marzo

Ecco gli aggiornamento di oggi. Richiesta per avviare con urgenza la produzione di tute in nylon: La Società della Salute chiede alle imprese del territorio un aiuto per poter produrre delle tute in nylon per il personale sanitario che va a fare tamponi al domicilio...

leggi tutto

Aggiornamento di venerdì 20 marzo

La Camera di Commercio di Firenze e PromoFirenze stanno lavorando al fianco delle istituzioni per sensibilizzare il tessuto imprenditoriale nella produzione di dispositivi sanitari, in grado di soddisfare la domanda di mascherine, camici speciali, ecc. A tal proposito...

leggi tutto

MASCHERINE CHIRURGICHE

CARATTERISTICHE DELLE MASCHERINE

Una comune  mascherina chirurgica  dovrebbe rispettare le seguenti caratteristiche tecnico/meccaniche :

  • Composta con  n 3 strati di un tessuto  non tessuto   in polipropilene 100%  ciascuno strato  da  GR 30  al mq ca . (25/35 gr ca )  totale ca 90 gr/mq.
  • idrorepellente e traspirante
  • di origine CEE
  • non citotossico   norma uni iso 10993.5
  • non irritante        norma uni iso 10993.3
  • rispondente al REACH   regulation 1907/2006/EC

Procedure per richiesta produzione mascherine chirurgiche

A fronte del Decreto Legge Gualtieri n.9 del 2 marzo 2020 (art. 34), la Protezione Civile è autorizzata, fino alla fine del periodo di emergenza, ad acquistare dispositivi di protezione individuali ed altri dispositivi medicali, nonché a disporre pagamenti anticipati dell’intera fornitura (art 34, comma 1). Inoltre è consentito fare ricorso alle mascherine chirurgiche, quale dispositivo idoneo a proteggere gli operatori sanitari e risultano utilizzabili anche mascherine prive del marchio CE previa valutazione da parte dell’Istituto Superiore di Sanità (art 34, comma 3).

A tale scopo all’interno dell’Istituto Superiore di Sanità è stato creato il “Gruppo di lavoro dispositivi medici COVID-19” incaricato di effettuare una valutazione per l’utilizzo in deroga, limitatamente a questo periodo di emergenza, di maschere facciali ad uso medico anche prive del marchio CE.
Il Gruppo di lavoro è  già attivamente operativo mantenendo contatti con il Ministero della Salute, la Protezione Civile, Confindustria Dispositivi Medici ed altri organi e fornendo informazioni a tutti i richiedenti delle varie Aziende sia via mail che telefonicamente.

Per l’iter tecnico/amministrativo e le modalità operative per la richiesta di valutazione dell’utilizzo in deroga delle maschere facciali si consulti la nota esplicativa negli allegati.

CONTATTI

Per la presentazione delle Istanze inviare una PEC a mascherinecovid-19@pec.iss.it.
Per richieste di informazioni inviare una mail a mascherinecovid-19@iss.it.

Moduli di autocertificazione predisposti dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS)

CAMICI DPI

Decreto Cura Italia: validazione straordinaria dei dispositivi di protezione individuale

Con il decreto legge 17 marzo 2020 n. 18, all’art. 15 è prevista la validazione straordinaria ed in deroga dei dispositivi di protezione individuale.

L’art. 15 del decreto legge n. 18 del 2020 detta disposizioni straordinarie per la gestione dell’emergenza Covid-19 e attribuisce all’Inail la funzione di validazione straordinaria e in deroga dei dispositivi di protezione individuale (dpi).

Fermo restando i poteri del Commissario straordinario ai sensi dell’art. 122, si tratta per l’Inail, che collabora alle misure di mitigazione del rischio Covid-19 in qualità di soggetto attuatore degli interventi di protezione civile, di una competenza nuova attribuita in via straordinaria, per il tempo strettamente necessario, fino al termine dello stato di emergenza, in deroga alle procedure ordinarie.

La deroga riguarda la procedura e la relativa tempistica e non gli standard di qualità dei prodotti che si andranno a produrre, importare e commercializzare, che dovranno assicurare la rispondenza alle norme vigenti e potranno così concorrere, unitamente all’adozione delle altre misure generali, al contenimento e alla gestione dell’emergenza epidemiologica in corso. Terminato il periodo di emergenza, sarà ripreso il percorso ordinario e i dpi, validati in attuazione della disposizione richiamata, dovranno, per continuare a essere prodotti, importati o commercializzati, ottenere la marcatura CE seguendo la procedura standard.

In considerazione della specifica finalità della norma, i dpi interessati dalla disposizione sono unicamente quelli funzionali a mitigare i rischi connessi all’emergenza sanitaria in corso e sono indicati nell’allegata tabella.

La richiesta deve:

  • essere presentata utilizzando il facsimile di autocertificazione allegato, avendo cura di inserire tutti gli allegati richiesti.
  • essere inviata esclusivamente alla casella di posta elettronica certificata: dpiart15@postacert.inail.it.

Tale pec è dedicata e valida per tutto il territorio nazionale; non saranno istruite richieste fatte pervenire ad altre caselle di posta elettronica o con altre modalità.

Eventuali richieste o materiali già inviati con altri canali non saranno oggetto di valutazione e dovranno essere inoltrati alla casella di posta elettronica dedicata utilizzando il facsimile di autocertificazione.