BANDO FONDO IMPRESE CREATIVE INVITALIA: COMPILAZIONE DOMANDE DAL 20 GIUGNO, PRESENTAZIONE DAL 5 LUGLIO

   :

Il Fondo per piccole e medie imprese creative MISE/Invitalia è stato istituito con una dotazione di 40 milioni di euro per gli anni 2021 e 2022, al fine di sostenere imprese di micro, piccola e media dimensione, con sede legale e operativa ubicata su tutto il territorio nazionale, operanti nel settore creativo, in fase di costituzione ovvero già costituite alla data di presentazione della domanda di agevolazione, attraverso la concessione di agevolazioni nell’ambito di una delle tre seguenti linee di azione:

  • programmi di investimento realizzati da singole imprese creative;
  • programmi di investimento realizzati da imprese creative con una prospettiva di collaborazione rispetto ad altre imprese creative o a imprese anche non operanti nel settore creativo;
  • investimenti nel capitale di rischio delle imprese creative, a beneficio esclusivo di quelle che costituiscono start up innovative e PMI innovative.

Le agevolazioni sono concesse a fronte di programmi di investimento volti a promuovere nuova imprenditorialità, lo sviluppo e il consolidamento delle imprese creative (Capo II), ovvero per interventi che prevedano la collaborazione delle imprese del settore creativo con le imprese di altri settori produttivi, in particolare quelli tradizionali, nonché con le università e gli enti di ricerca per l’acquisizione di servizi specialistici offerti dalle stesse imprese creative o per favorire processi di innovazione (Capo III).

Le iniziative volte a promuovere la nascita, lo sviluppo e il consolidamento delle imprese creative devono:

  • essere realizzate entro 24 mesi decorrenti dalla data di sottoscrizione del provvedimento di concessione;
  • prevedere spese ammissibili non superiore a 500.000,00 euro, al netto di IVA;
  • riguardare, per le imprese costituite da non più di 5 anni al momento della presentazione della domanda di agevolazione l’avvio o lo sviluppo dell’impresa creativa ovvero, per le imprese costituite da più di 5 anni al momento della presentazione della predetta domanda, l’ampliamento o la diversificazione della propria offerta di prodotti e servizi e del proprio mercato di riferimento o l’introduzione di innovazioni ed efficientamento del processo produttivo.

I servizi specialistici oggetto degli interventi che prevedano la collaborazione delle imprese del settore creativo con le imprese di altri settori produttivi devono:

  • essere erogati da imprese creative di micro, piccola e media dimensione;
  • essere oggetto di un contratto sottoscritto dopo la presentazione della domanda di agevolazione ed entro 3 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni;
  • avere ad oggetto i seguenti ambiti strategici: azioni di sviluppo di marketing e sviluppo del brand; design e design industriale; incremento del valore identitario del company profile; innovazioni tecnologiche nelle aree della conservazione, fruizione commercializzazione di prodotti di particolare valore artigianale, artistico e creativo.

La forma e la misura delle agevolazioni sono articolate in funzione delle linee di azione e dell’ammontare delle spese ammissibili previste nei programmi di investimento. In particolare:

> per gli interventi volti alla creazione, allo sviluppo e al consolidamento delle imprese creative (Capo II), le agevolazioni assumono la forma di una combinazione tra contributo a fondo perduto e finanziamento agevolato. Le iniziative devono prevedere spese ammissibili non superiori a 500 mila euro, al netto d’IVA, ed essere realizzate entro 24 mesi dalla data di trasmissione del provvedimento di concessione delle agevolazioni controfirmato dall’impresa beneficiaria; nello specifico, le agevolazioni sono concesse fino a una percentuale massima di copertura delle spese ammissibili pari all’80% di cui: una quota massima pari al 40 per cento delle spese ammissibili nella forma del contributo a fondo perduto e una quota massima pari al 40 per cento delle spese ammissibili nella forma del finanziamento agevolato, a un tasso pari a zero e della durata massima di dieci anni. Inoltre, è prevista la possibilità per le beneficiarie delle agevolazioni, che si qualificano come start up innovative o come PMI innovative, di richiedere la conversione di una quota del finanziamento agevolato concesso in contributo a fondo perduto a fronte di investimenti nel relativo capitale di rischio;

> per interventi volti a promuovere la collaborazione tra imprese creative e soggetti operanti in altri settori, sostenendo l’acquisizione di servizi specialistici (Capo III), le agevolazioni concedibili assumono la forma del contributo a fondo perduto (voucher), fino a copertura del 80 per cento delle spese per l’acquisizione dei servizi specialistici nel settore creativo e, comunque, per un importo massimo pari a 10 mila euro.

Per quanto attiene agli interventi previsti dal Capo II, costituiscono spese ammissibili alle predette agevolazioni le spese relative a immobilizzazioni materiali e immateriali, necessarie, coerenti e funzionali all’attività oggetto dell’iniziativa agevolata, opere murarie (nel limite del 10% del programma complessivamente considerato ammissibile) ed esigenze di capitale circolante (nel limite del 50% delle spese complessivamente ritenute ammissibili).

Per quanto attiene agli interventi previsti dal Capo III, costituiscono spese ammissibili alle suddette agevolazioni quelle sostenute per l’acquisizione di servizi specialistici erogati da imprese creative di micro, piccola e media dimensione ovvero da università o enti di ricerca, oggetto di un contratto sottoscritto dopo la presentazione della domanda di agevolazione e devono essere inerenti ad azioni di sviluppo di marketing e sviluppo del brand; design e design industriale; incremento del valore identitario del company profile; innovazioni tecnologiche nelle aree della conservazione, fruizione e commercializzazione di prodotti di particolare valore storico, artistico e culturale.

Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello. Le domande di agevolazione devono essere compilate esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica che sarà messa a disposizione in un’apposita sezione del sito internet del Soggetto gestore, www.invitalia.it

L’iter di presentazione della domanda di agevolazione, è articolato nelle seguenti fasi:

  • compilazione della domanda di agevolazione, a partire dalle ore 10.00 del 20 giugno 2022, per gli interventi per la nascita, lo sviluppo e il consolidamento delle imprese creative previsti dal Capo II del decreto 19 novembre 2021, e a partire dalle ore 10.00 del 6 settembre 2022, per gli interventi per la promozione della collaborazione tra imprese creative e soggetti operanti in altri settori previsti dal Capo III del decreto 19 novembre 2021;
  • invio della domanda di agevolazione, a partire dalle ore 10.00 del 5 luglio 2022, per gli interventi per la nascita, lo sviluppo e il consolidamento delle imprese creative previsti dal Capo II del decreto 19 novembre 2021, e a partire dalle ore 10.00 del 22 settembre 2022, per gli interventi per la promozione della collaborazione tra imprese creative e soggetti operanti in altri settori previsti dal Capo III del decreto 19 novembre 2021.

>>> Per verificare i Codici ATECO ammessi al bando scaricando il decreto interministeriale e per ulteriori dettagli scaricando il decreto attuativo clicca qui

>>> Per presentare la domanda collegandoti al portale di Invitalia clicca qui

Per ulteriori informazioni contatta Promofirenze:

Michele Trizza, 055 2671626, michele.trizza@promofirenze.it

Pierpaolo Chelo, 055 2671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

 

WEBINAR PNRR: LE OPPORTUNITA’ DEI BONUS FISCALI PER LE IMPRESE IL 22 GIUGNO

 vLa Camera di Commercio di Firenze e la sua Azienda Speciale PromoFirenze, in collaborazione con la Fondazione dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Firenze, promuovono un webinar di approfondimento tecnico sui principali bonus fiscali per le imprese previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ossia il più imponente piano di sostegni economici dal secondo dopoguerra in Europa, con circa 222 miliardi a favore del rilancio del paese.

Il webinar approfondirà i principali bonus fiscali con focus su Industria 4.0, credito di imposta per ricerca e sviluppo e patent box, anche alla luce delle recenti novità normative.

L’iniziativa è realizzata nell’ambito delle attività previste dalla rete EEN – Enterprise Europe Network.

 >>> Rivedi il video integrale del webinar cliccando qui

>>> Scarica la presentazione del Dott. Bartolozzi cliccando qui

>>> Scarica la presentaziomne del Dott. Bartalucci cliccando qui

>>> La partecipazione al webinar è gratuita iscrivendosi all’apposito link cliccando qui

>>> Scarica il programma del webinar cliccando qui

 

Per ulteriori informazioni contatta PromoFirenze:

Michele Trizza, 055 2671626, michele.trizza@promofirenze.it

Pierpaolo Chelo, 055 2671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it 

CORSO DI FORMAZIONE FARE IMPRESA – COME PARTIRE CON LA PROPRIA IDEA DI BUSINESS

La Camera di Commercio di Firenze, tramite la sua Azienda Speciale PromoFirenze, promuove un corso di formazione specifico sul tema “Fare impresa: come partire con la propria idea di business”.

Il percorso formativo, della durata di 20 ore, ha l’obiettivo di divulgare la cultura e l’educazione imprenditoriale, ed approfondirà le specifiche competenze e funzioni in materia di orientamento al lavoro e alle professioni. Il corso sarà quindi rivolto esclusivamente ad aspiranti imprenditori. A conclusione dell’iniziativa sarà organizzato un evento informativo/divulgativo sul tema “Giovani e mondo del lavoro: le nuove professioni 2.0”.

La partecipazione è gratuita e riservata ad un massimo di 15 iscritti. Le domande di partecipazione saranno ordinate secondo criterio cronologico. Il corso si terrà presso la sede di PromoFirenze, in Piazza dei Giudici, 3 – 50122 – Firenze.

PROGRAMMA DIDATTICO

MODULO 1 – FARE IMPRESA: DAL BUSINESS MODEL ALLO START UP

  1. Start d’Impresa: come avviare una nuova attività (2 ore, docente Dott.ssa Anna Maria Vitale – PromoFirenze); Lunedi’ 6 giugno 2022 ore 11,00
  2. La fiscalità delle imprese – cenni (2 ore, docente Dott. Cristiano Cennini); Lunedi’ 6 giugno 2022 ore 14,30
  3. Il Business Model – introduzione (2 ore, docenti Dott. Michele Trizza, Dott. Pierpaolo Chelo – PromoFirenze); Giovedi’ 9 giugno 2022 ore 11,00
  4. Il Marketing come risorsa: l’importanza del digitale (3 ore, docente Dott. Marco MagriniScuola Scienze Aziendali); Giovedi’ 9 giugno 2022 ore 14,30

MODULO 2 – FARE IMPRESA: COME STRUTTURARE E PRESENTARE LA PROPRIA IDEA DI BUSINESS

  1. Il Business Plan (3 ore, docenti Dott. Michele Trizza, Dott. Pierpaolo Chelo – PromoFirenze); Lunedi’ 13 giugno 2022 ore 10,00
  2. La programmazione finanziaria (3 ore, docente Prof.ssa Camilla CiappeiScuola Scienze Aziendali); Lunedi’ 13 giugno 2022 ore 14,30
  3. I collaboratori e gli adempimenti di legge – cenni (2 ore, docente Prof. Avv. Luigi Pelliccia); Giovedi’ 16 giugno 2022 ore 11,00
  4. Come presentare la propria idea imprenditoriale: l’Elevator Pitch (3 ore, docente Dott.ssa Valentina MaltagliatiScuola Scienze Aziendali); Giovedi’ 16 giugno 2022 ore 14,30

NB: per iscriversi al corso è necessario compilare in ogni sua parte l’apposita scheda di adesione ed inviarla per posta elettronica all’indirizzo finanziamenti@promofirenze.it

>>> Scarica la scheda di adesione cliccando qui

AGEVOLAZIONI E CONTRIBUTI: PUBBLICATO IL BANDO VOUCHER DIGITALI 2022, DOMANDE DAL 18 MAGGIO

La Camera di Commercio di Firenze ha pubblicato il disciplinare del prossimo bando Voucher Digitali I4.0, le cui domande possono essere presentate a partire dalle ore 10:00 del 18.05.2022  fino alle ore 17:00 del 31.05.2021 (salvo eventuale chiusura per esaurimento delle risorse disponibili).
Soggetti beneficiari
Possono beneficiare delle agevolazioni le piccole e medie imprese come definite dall’Allegato 1 al Regolamento n. 651/2014/UE della Commissione Europea, aventi sede legale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze, e in regola con il pagamento del diritto annuale. Non possono presentare domanda le imprese a cui sono stati già erogati contributi a valere sul “Disciplinare voucher digitali I4.0 – annualità 2020 e/o 2021” della Camera di Commercio di Firenze.
 
Risorse disponibili e finalità del disciplinare
Le risorse a disposizione ammontano a euro 633.300,00 e sono riservate alle singole imprese di tutti i settori, quale sostegno economico finalizzato alle iniziative di digitalizzazione Impresa 4.0 anche orientate alla sostenibilità ambientale. Nello specifico, le risorse sono destinate all’acquisizione di servizi di consulenza e formazione e all’acquisto di beni e servizi strumentali. Ciascuna impresa può presentare una sola richiesta.
 
Valore del voucher
Fino a euro 6.000 nella misura del 50% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute, oltre la premialità di cui all’art. 4 del disciplinare, relativo al rating di legalità.
L’investimento minimo richiesto è di euro 3.000.
 
Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese per:
  1. servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste all’art. 2, comma 2 del Disciplinare.
  2. acquisto di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti di cui all’articolo 2, comma 2 del Disciplinare.
Tali spese devono essere riferite agli ambiti tecnologici di innovazione digitale Impresa 4.0 e dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’elenco 2, e nello specifico:
 
Elenco 1: utilizzo delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:
  1. robotica avanzata e collaborativa;
  2. interfaccia uomo-macchina;
  3. manifattura additiva e stampa 3D;
  4. prototipazione rapida;
  5. internet delle cose e delle macchine;
  6. cloud, High Performance Computing – HPC,  fog e quantum computing;
  7. soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing etc);
  8. big data e analytics;
  9. intelligenza artificiale;
  10. blockchain;
  11. soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  12. simulazione e sistemi cyberfisici;
  13. integrazione verticale e orizzontale;
  14. soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  15. soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:
  1. sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
  2. sistemi fintech;
  3. sistemi EDI, electronic data interchange;
  4. geolocalizzazione;
  5. tecnologie per l’in-store customer experience;
  6. system integration applicata all’automazione dei processi;
  7. tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  8. programmi di digital marketing;
  9. soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;
  10. connettività a Banda Ultralarga;
  11. sistemi di e-commerce;
  12. soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.
L’investimento relativo all’utilizzo delle tecnologie digitali di cui al precedente Elenco 2 non può in alcun caso superare il 50% del costo totale del progetto. Ovvero almeno il 50% del costo totale di spesa deve essere direttamente imputabile alle tecnologie previste nell’Elenco 1.
 
Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 1° gennaio 2022 fino al 90° giorno successivo alla data di approvazione della graduatoria delle domande ammesse a contributo.
 
Per quanto riguarda i requisiti dei fornitori di cui l’impresa dovrà avvalersi per i servizi di consulenza e formazione, si invita a leggere attentamente la “scheda” del disciplinare. Per quanto riguarda i fornitori di beni strumentali non sono previsti particolari requisiti.
 
Modalità d’invio delle domande
Le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov (link: https://www.registroimprese.it). Le istruzioni per il deposito telematico saranno pubblicate a breve sulla sezione dedicata del sito della Camera di Commercio di Firenze, disponibile cliccando qui
>>> Scarica il disciplinare del bando cliccando qui
>>> Scarica la modulistica del bando cliccando qui
Per ulteriuori informazioni, contatta Promofirenze:
Michele Trizza, 0552671626, michele.trizza@promofirenze.it
Pierpaolo Chelo, 0552671617, pierpaolo.chelo@promofirenze.it

AGEVOLAZIONI E FINANZIAMENTI: UN WEBIBAR IL 4 MAGGIO SUGLI STRUMENTI DI INTESA SAN PAOLO PER SOSTENERE LA RIPRESA

L’emergenza COVID-19 ha colpito duramente il nostro tessuto imprenditoriale costituito prevalentemente da micro, piccole e medie imprese che si sono trovate ad affrontare una crisi pressoché mondiale. Dall’inizio della pandemia, si stima che almeno il 60% delle nostre PMI abbia subito quantomeno un rallentamento delle attività, con evidenti ripercussioni sulla propria struttura economico finanziaria ed organizzativa.

Ora la strada della ripartenza è già stata tracciata e, per le nostre imprese, è importante percorrerla nel modo giusto. L’Unione Europea ha stanziato dei fondi straordinari che stanno finanziando le azioni del PNRR. A questi si sommeranno i fondi strutturali della programmazione 2021-2027.

Anche il sistema bancario ha predisposto e continua a predisporre degli strumenti straordinari per sostenere il rilancio. Ma quali sono questi strumenti? Quali scegliere? Come fare per accedervi?

A queste e ad altre domande si cercherà di dare una risposta durante un ciclo di webinar organizzati dalla Camera di Commercio di Firenze, dalla sua Azienda Speciale PromoFirenze su iniziativa di ABI Sezione Toscana.

In questo appuntamento di mercoledì 4 maggio 2022 ore 15.30, Intesa Sanpaolo illustrerà i prodotti di finanziamento che ha predisposto per sostenere la fase di ripresa, con un focus sulle misure previste nell’ambito del Programma Motore Italia e le iniziative a supporto del PNRR.

Durante il webinar sarà possibile porre delle domande agli esperti che interverranno. Il webinar si terrà mediante la piattaforma GoToWebinar.

La partecipazione è gratuita e riservata a coloro che effettueranno l’iscrizione cliccando qui:

>>> SCARICA LE SLIDE DI PRESENTAZIONE DEL WEBINAR CLICCANDO SULL’ARGOMENTO:

Motore Italia Gruppo ISP

ISP per il PNRR

PROGRAMMA

Ore 15.30 Saluti

Dott. Giuseppe Salvini – Segretario Generale della Camera di Commercio di Firenze

Ore 15.40

Dott. Andrea Bartolini – Direttore commerciale imprese Toscana e Umbria Intesa Sanpaolo

Dott. Angelo Pellegrino – Coordinatore Specialisti Medio Lungo Termine Leasing e Factoring Centro Intesa Sanpaolo

 

 

Per maggiori informazioni contatta Promofirenze:

Micchele Trizza, 0552671626

Pierpaolo Chelo, 0552671617

finanziamenti@promofirenze.it