Con Decreto del 1° marzo 2020, il Presidente del Consiglio dei Ministri ha stabilito tra l’altro che la modalità di lavoro agile può essere applicata, per la durata dello stato di emergenza (sino al 31/07/2020), dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro subordinato, anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti.