BANDO INTERNAZIONALIZZAZIONE 2017

Tipo Documento: 

  • Decreto Dirigente Regionale

Data documento: 

Mercoledì, 7 Giugno 2017

Date Validità: 

da Mercoledì, 7 Giugno 2017 a Lunedì, 7 Agosto 2017

Fonte: 

  • B.U.R.T.

Anno fonte: 

2017

Numero Fonte: 

7161

Descrizione Bando: 

La Regione Toscana intende agevolare la realizzazione di progetti di investimento finalizzati all’internazionalizzazione in Paesi esterni all'Unione Europea delle micro, piccole e medie imprese (MPMI), in attuazione della linea di azione 3.4.2 sub a) e sub b) del POR Fesr 2014-2020.  Il bando offre l'opportunità di agevolazioni sotto forma di contributo in conto capitale a sostegno dell'export delle PMI toscane in forma singola o aggregata, operanti nei settori del manifatturiero e della promozione sui mercati esteri del sistema di offerta turistica toscana.

Beneficiari: 

  • ATI/RTI, Consorzi di imprese, Imprese, MPMI, Reti di imprese

Settore: 

  • Tutti ad esclusione del settore agricolo

Investimenti: 

  • Internazionalizzazione, Servizi Innovativi

Ubicazioni: 

  • Toscana

Localizzazione: 

Tutto il territorio della Regione Toscana

Agevolazioni Previste: 

Gli aiuti per la realizzazione dei progetti di investimento, sono concessi nella forma di contributo in conto capitale a fondo perduto, anche come voucher limitatamente alle spese sostenute con fornitori nazionali, tra il 30% ed il 50% delle spese ritenute ammissibili, in relazione al tipo di attività ed alla dimensione dell’impresa richiedente.

Iniziative Ammissibili: 

Progetti di internazionalizzazione presentati da micro, piccole e medie imprese (MPMI) in forma singola o associata in RTI/ATS, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Consorzi, Società Consortili (costituiti o costituendi), esercitanti un’attività identificata come prevalente rientrante in uno dei seguenti Codici ATECO ISTAT 2007:

  • SEZ. B Estrazione di minerali da cave e miniere ad esclusione del gruppo 05.1, 05.2 e della classe 08.92
  • SEZ. C Attività manifatturiere, ad esclusione del gruppo 19.1
  • SEZ. D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
  • SEZ. E Fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
  • SEZ F Costruzioni
  • SEZ. H Trasporto e magazzinaggio ad esclusione dei gruppi 49.1, 49.3, 50.1, 50.3, 51.1, 51.2, 53.1, e 53.2
  • SEZ. J Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione della divisione 60 e dei gruppi 61.9 e 63.9
  • SEZ. M Attività professionali, scientifiche e tecniche
  • SEZ N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente ai codici 82.3
  • SEZ. R Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento, limitatamente ai gruppi 90.03.02
  • SEZ. S Altre attività di servizi, limitatamente alla categoria 96.01.1

Settore turistico

  • SEZ I Servizi di alloggio e ristorazione, limitatamente ai codici 55.1, 55.2, 55.3, 55.9
  • SEZ. N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente al codice 79
  • SEZ. R Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento, limitatamente al gruppo 93.29.20

Possono partecipare anche i liberi professionisti in quanto equiparati alle imprese (Legge di Stabilità 2016).

Spese Ammissibili: 

Le spese per l’acquisizione di servizi all’internazionalizzazione ammissibili all’aiuto conformemente a quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 1407/2013 sono riconducibili alle seguenti tipologie:

C.1 - Partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale

C.2 - Promozione di prodotti e servizi su mercati internazionali mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero

C.3 - Servizi promozionali

C.4 - Supporto specialistico all’internazionalizzazione

C.5 - Supporto all'innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati

Le spese per la definizione dei servizi e delle attività ammissibili per ciascuna specifica tipologia si rimanda alla sezione C del Catalogo approvato con D.D. 1389 del 30/03/2016. 

E' ammessa anche la partecipazione a Fiere e saloni nell'ambito dell'UE, purché di rilevanza internazionale.

Solo relativamente alle attività ricomprese nella tipologia di servizio C.1 del Catalogo “Partecipazione a fiere e saloni “, sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 01 aprile 2016.

Contenuto: 

Il costo totale del progetto presentato deve essere compreso tra i valori di seguito  riportati:

  •  Micro Impresa: Investimento minimo € 10.000 / Investimento massimo € 150.000
  •  Piccola Impresa: Investimento minimo € 12.500 / Investimento massimo € 150.000
  •  Media Impresa: Investimento minimo € 20.000 / Investimento massimo € 150.000
  •  Consorzio / Soc.consortile / Rete-soggetto: Investimento minimo € 35.000 / Investimento massimo € 400.000
  •  RTI/Rete-Contratto: Investimento minimo e massimo pari alla somma degli importi previsti per la singola impresa partner

Procedura: 

Le domande di aiuto dovranno essere redatte e presentate esclusivamente on-line accedendo al Sistema Informatico di Sviluppo Toscana S.p.A.